Iscriviti

Nostalgici del GameBoy? Ecco le mini consolle per il retrogaming di BittBoy

Ormai da più parti si prospetta l'arrivo di una nuova consolle per il retrogaming, realizzata da Nintendo per omaggiare il suo GameBoy: peccato che, nel frattempo, ci abbia già pensato la britannica BittBoy, con ben due consolle tascabili low cost.

Games
Pubblicato il 3 dicembre 2018, alle ore 19:03

Mi piace
4
0
Nostalgici del GameBoy? Ecco le mini consolle per il retrogaming di BittBoy

Nintendo si è lanciata da tempo nel segmento delle mini consolle rievocative (es. NES mini e SNES mini), onde cavalcare a dovere la crescente onda del retrogaming che vede essere scesi in campo anche Commodore, SonyAtari, SNK e, presto, SEGA (forse con un nuovo Dreamcast). Ora, sempre l’azienda di Kyoto che ha dato i natali a Super Mario si appresta a lanciare, secondo alcuni rumors, un GameBoy mini che, però, è stato già anticipato da BittBoy, un piccolo costruttore di hardware con sede a Londra.

Ormai, in giro per gli store (es. Wanle Gamers Console) e negli uffici brevetti (es. quella registrata da Nintendo) iniziano ad abbondare le cover che mirano a trasformare gli smartphone in nuovi Game Boy, e – in ogni caso – non mancano neppure i tentativi di clonare quest’ultimo, in miniatura (es. PocketSprite), o a dimensione normale (es. Pixel Vision, o Go Retro! Portable).

Nintendo, quindi, dovrà darsi una mossa, se non vuole farsi superare sul suo stesso terreno, anche perché – in tal senso – è appena arrivata anche la nuova creazione tascabile della britannica BittBoy, col suo BittBoy FC.

Il palmare da gioco (letteralmente, un handheld) in questione ha un telaio compatto (11.57 x 2.07 x 8 cm) in plastica ABS di colore nero, dotato di un display IPS da 3 pollici di diagonale e sottostanti comandi, rappresentati dai pulsanti di selezione e avvio, dal pad direzionale, e dai nuovi bottoni di azione contrassegnati dalle canoniche lettere richieste in quasi tutti i giochi non nativi e più moderni (come i presenti Plant VS Zombie, o Angry Birds).

A tal proposito, l’azienda ha incluso una selezione di 168 giochi (tra cui vari Super Mario, Double Dragon 3, Mega Man 3, Gi Joe, Tekken 3, Sonic, Bomber Man, Soccer, vari Donkey Kong, Arcanoid, Pyramid, etc) che, visto il prezzo finale della consolle (16.90 euro, con spedizione gratuita), sono prezzati a circa una decina di centesimi l’uno: dotata di una batteria da 600 mAh (ricaricata via microUSB), capace di assicurare 3 ore di gioco, il BittBoy FC può essere collegato alla TV, tramite l’ingresso tripartito AudioVidio (AV), in modo da poter giocare tramite un più comodo e risoluto grande schermo da salotto.

L’azienda, infine, ha comunicato l’avvio dei pre-ordini, a circa 35.29 euro, di una versione migliorata (6.8 x 9.9 x1.3 cm) del citato BittBoy FC, con display da 2.4”, batteria da 700 mAh, gestione delle cuffie, supporto alle microSD per aggiungere altri giochi, emulazione di titoli da NES/GB/GBC games (anche con backup dei progressi).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In effetti, sino a poco tempo fa, erano per lo più le cover per smartphone che permettevano di ricreare l'esperienza di un GameBoy vecchia versione: una vera e propria consolle di questo genere, a parte la Go Retro! Portable, mancava e, quindi, BittBiy va a colmare un mercato tutto sommato quasi vergine, e lo fa con ben due repliche parziali del GameBoy, di cui quella in arrivo ancora più valida e convincente, vista la possibilità di aggiungere i giochi, e di salvarne i backup.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!