Iscriviti

Vodafone lancia la ‘Giga Network 4.5G’: la prima rete da oltre 1 Gigabit al secondo

Qualche giorno fa, Vodafone ha annunciato l'arrivo della cosiddetta 'Giga Network 4.5G'. Si tratta della prima rete ad abbattere il muro di 1 Gbps, ed è fruibile senza costi aggiuntivi.

Hi-Tech
Pubblicato il 22 ottobre 2018, alle ore 18:48

Mi piace
1
0
Vodafone lancia la ‘Giga Network 4.5G’: la prima rete da oltre 1 Gigabit al secondo

Uno degli operatori più attivi nel potenziamento infrastrutturale delle proprie reti è, senza ombra di dubbio, Vodafone. Tra i principali operatori fisici in Italia, l’operatore britannico è quello in grado di garantire le migliori prestazioni (per quanto riguarda la rete 4G) e ciò è legato, ovviamente, all’utilizzo di apparati di ultima generazione. Nonostante le prestazioni offerte da questa rete siano più che soddisfacenti per la maggior parte degli utenti, Vodafone vuole andare oltre e migliorare quanto già ottenuto.

Tra un paio di anni circa, il 5G sarà una realtà anche in Italia e, grazie alle enormi velocità di rete permesse, sarà possibile aprire nuovi scenari tecnologici un tempo impensabili. In attesa di tale evento, Vodafone lancia la cosiddetta ‘Giga Network 4.5G’ che, in poche parole, si traduce nell’introduzione di una nuova rete in grado di superare il muro di 1 gigabit per secondo (in downlink).

Si tratta, quindi, di un miglioramento dell’attuale rete 4G, che permette di innalzare ulteriormente le prestazioni di rete offerte agli smartphone dei propri clienti. Al momento, è possibile usufruire dei vantaggi di questa rete in alcune zone delle maggiori città italiane (Roma, Milano, Napoli, Palermo, Genova, Novara, Brescia, Torino, Agrigento, Catania e molte altre) e in alcune località turistiche (come Courmayeur, Sestriere, Ortisei, ed altre ancora).

Quali sono i requisiti necessari per poter utilizzare questa rete?

Da un punto di vista dei costi, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Chiunque disponga di un’offerta 4G attiva può gratuitamente accedere alla nuova rete senza rischiare di incorrere in costi nascosti. Maggiore attenzione è da porre, invece, allo smartphone: non tutti i modelli possono utilizzare questa rete ma solo i più recenti. In particolare, l’operatore garantisce la piena compatibilità con questi dispositivi: Samsung (Galaxy S8, S8+, Note 8, Note 9, Galaxy S9 ed S9+), LG (V30, G7), Huawei (Mate 10 Pro, P20 e P20 Pro), Asus (Zenfone 4 Pro), Sony (Xperia XZ Premium). 

Si precisa che anche altri dispositivi potrebbero essere abilitati all’uso di questa rete. In ogni caso, per maggiori delucidazioni, si consiglia di chiedere maggiori informazioni direttamente all’operatore. È doveroso precisare, inoltre, che la maggior parte degli smartphone dotati di software modificato da Vodafone è direttamente abilitato all’uso di tale rete, senza ulteriori preoccupazioni per l’utente (lo stesso dispositivo, però, deve essere abbastanza moderno).

L’utente, nella pratica, non noterà un particolare simbolo che identifichi questa rete. Il simbolo adottato sarà sempre ‘4G‘, sia che ci si ritrovi nell’LTE convenzionale od in quello ad alta velocità. Ovviamente, i relativi benefici si potranno riscontrare sul campo con una maggiore reattività nella navigazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - La nuova rete di Vodafone ha tutte le carte in regola per soddisfare una buona parte di utenti. Se, da una parte, le continue rimodulazioni potrebbero spingere gli utenti a migrare verso un altro operatore, dall'altra la garanzia offerta da una rete di qualità oggettivamente elevata potrebbe evitare proprio tale migrazione. Resta da vedere, quindi, quali saranno le reazioni da parte dei clienti a questa 'innovazione'.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!