Iscriviti

MWC 2019: anticipata l’intera gamma degli smartphone Alcatel (TCL)

Che mondo sarebbe senza i leaker, ed Evan Blass in particolare? Il vulcanico spifferologo del mondo hi-tech ne ha fatta un'altra delle sue, anticipando l'intera line-up che TCL porterà al MWC 2019 sotto l'egida di Alcatel.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 22 febbraio 2019, alle ore 18:54

Mi piace
6
0
MWC 2019: anticipata l’intera gamma degli smartphone Alcatel (TCL)

Anche la cinese TCL sarà presente al MWC 2019, al pari del produttore di batterie Energizer, e della rivale cinese TP-Link, della coreana LG, e della francese Archos: nonostante qualche rumors, lasciato trapelare ad arte dai suoi vertici, non molto di ufficiale si sa di quanto intende presentare. Per fortuna, quanto meno dei suoi fan, il leaker Evan Blass (@evleaks) ne ha spifferato tutti i modelli che verranno ufficializzati sotto l’effigie di Alcatel (di cui detiene la licenza). 

Ad arrivare a Barcellona, nello specifico, saranno gli Alcatel 1s, Alcatel 1V, Alcatel 3C, Alcatel 3L, e le edizioni 2019 degli Alcatel 3 e Alcatel 3V, ognuno con una serie di specifiche e caratteristiche peculiari. 

Secondo il marketing Alcatel, il modello Alcatel 1s sarà il modello più accessibile dotato di processore octa-core ed ampie memorie. Nello specifico, l’81.3% del frontale, curvo ai lati (2.5), proporrà un display HD+ da 5.56 pollici e, nel lunotto verticale alto, una selfiecamera da 5 megapixel con annesso Flash LED, anche per il Face Key, mentre il retro – in plastica ma con effetto spazzolato – proporrà sia lo scanner per le impronte digitali che una doppia fotocamera orizzontale, in alto a sinistra, da 13 + 2 megapixel, posta prima del suo Flash LED. Il processore sarà un octacore (1.6 GHz), l’SC9863A, mentre le memorie saranno da 3+32 GB: l’autonomia sarà ben supportata sia da Android Pie 9.0, che dalla batteria, da 3.060 mah. 

In abito da sera blu (con finiture metalliche), si presenterà l’Alcatel  1V, nel complesso somigliante al precedente (c’è anche lo scanner posteriore per le impronte digitali), a parte il retro che propone un semaforo inclusivo del Flash LED, visto che la fotocamera è mono, da 8 megapixel: il frontale – sotto la selfiecamera da 5 megapixel con Flash LED – vanta un display da 5.5 pollici, con risoluzione WVGA+ (18:9), primo segnale della natura low cost del device, confermata anche dal setting logico. In questo caso, il ricorso ad un processore octa-core, che si accompagna a solo 1 GB di RAM, fa comprendere come mai lo storage, da 16 GB, ospiti solo Android Pie 9.0 in Go Edition, potendo trarre comunque soddisfazione energetica da una batteria pari a 2.460 mAh. 

Di buon livello sembra essere l’Alcatel 3C, il cui tratto distintivo è rappresentato dall’integrazione di un doppio speaker. In questo modello, il comparto multimediale, basato su una selfiecamera da 5 megapixel per il Face Key, e da una monocamera posteriore da 8 megapixel con Flash LED, si completa con un notevole display IPS Full Lamination da 6.7 pollici HD+: a livello computazionale, 2 GB di RAM e 16 GB di storage (per la versione normale di Android Pie 9.0), sposano il processore qua-core (1.3), MediaTek MTK8321, mentre la batteria arriva a 3.000 mAh. 

Ai teenagers, anche in ragione del prezzo, sarà destinato l’Alcatel 3L del 2019, con un vetro 2.5D sul davanti (ove l’88.4% spetta al display IPS da 5.9 pollici HD+) e, sul retro, una finitura metallica: il reparto fotografico, infatti, può contare su una selfiecamera (con Face Key) da 8 megapixel, abilitata a usare il monitor come soft Flash, mentre la postcamera, duale, colloca sul Flash LED, verticalmente, propone obiettivi da 13+5 megapixel, capaci di messa a fuoco PDAF e di effetto AI Bokeh in tempo reale. Il processore Qualcomm, in questo caso uno Snapdragon 429, non fa a meno di 2 GB di RAM, mentre il sistema operativo ospitato nello storage da 16 GB è un Android Pie 9.0: mica male la batteria, con una capienza da 3.500 mAh. 

Nell’Alcatel 3 del 2019, il notch a goccia (somigliante a quello dell’Essential PH-1) permette di assegnare l’89,6% del frontale (in vetro curvo 2.5D) al “u notch display” IPS da 5.94 pollici, con risoluzione HD+ (19,5:9), trovando anche l’escamotage per inserire una selfiecamera, da 8 megapixel (a fuoco fisso). Sul retro, con lavorazione OPVM per ottenere un effetto lucido e premium, invece, un approccio simmetrico al centro, rappresentato idealmente da un Flash LED, inserisce come un papillon verticale in alto la monocamera da 13 megapixel (con autofocus) e, in basso, lo scanner per le impronte digitali. Ben 3.500 mAh di batteria dissetano a dovere le esigenze energetiche del processore Snapdragon 450, un octa-core messo in tandem con 3 GB di RAM e, per ospitare Android Pie 9.0, con uno storage da 32 GB. 

All’intrattenimento multimediale, anche in ragione del suo doppio speaker stereo, si presta l’ultimo del roster, l’elegante (coverback con effetto 3D) Alcatel 3V del 2019: il suo display IPS HD+ (18:9), infatti, arriva a 6.7 pollici, mentre la selfiecamera (con Face Key) tocca quota 8 megapixel, e la doppia postcamera verticale posta in alto a sinistra – munita di effetto Bokeh in tempo reale – è da 16+5 megapixel. All’interno, un non meglio precisato processore a 8 core, abbinato a 3 GB di RAM e 32 GB di storage (per Android Pie 9.0), è energizzato a dovere, assieme alla connessione 4G ed allo scanner posteriore per le impronte digitali, dalla batteria, da 4.000 mAh. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - TCL, presentando così tanti smartphone Alcatel, dimostra di voler sfruttare il MWC 2019 per accontentare le variegate esigenze del pubblico europeo, da sempre affezionato al brand francese: alcuni dei modelli citati, in particolare quello col notch a u, sono davvero belli da vedere, mentre le specifiche sembrano ottimizzate in modo intelligente un po' ovunque, basti vedere che laddove c'era solo 1 GB di RAM, veniva adottato Android Go Edition.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!