Iscriviti

Moto G e G Stylus 5G 2022: ufficiali i nuovi medio-gamma di Motorola, anche con pennino

Al culmine di varie settimane di indiscrezioni, Lenovo ha presentato negli USA due smartphone targati Motorola, con le edizioni 2022 del Moto G e del Moto G Stylus 5G.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 21 aprile 2022, alle ore 19:13

Mi piace
1
0
Moto G e G Stylus 5G 2022: ufficiali i nuovi medio-gamma di Motorola, anche con pennino

Ascolta questo articolo

Oltre a OnePlus e Xiaomi, anche Motorola (Lenovo) si è concessa una giornata di annunci, sfoderando i medio-gamma Moto G (in vendita dal 28 Aprile, dopo i pre-ordini di oggi, al prezzo di 499.99 dollari) e G Stylus 5G (dal 19 Maggio, a 399.99 dollari) in versione 2022, che vanno a raccogliere – partendo dagli USA – l’eredità delle rispettive iterazioni apparse tra il Novembre 2020 e il Giugno del 2021, aggiornando le specifiche al rialzo. 

Il Moto G 2022, declinato nella colorazione Moonlight Gray, stampa sul frontale dello chassis (165.4×75.8×9.44 mm per 204 grammi) un display LCD IPS panoramico (20:9), molto reattivo (90 Hz), ma la cui diagonale, da 6.5 pollici, è risoluta solo in HD+: le cornici, non troppo ottimizzate, concedono solo un 88% di screen-to-body.

Posto lo scanner per le impronte digitali di lato, il costruttore ha inserito nel foro anteriore in alto la selfiecamera, da 13 megapixel (f/2,2, 1.12 micrometri per i pixel, clip sino al FullHD@30fps). Il retro della scocca (impermeabile, secondo il livello IP52) propone, un un pillolotto un po’ bombato di lato, una tripla fotocamera, in cui due sensori accessori da 2 megapixel per macro e profondità (f/2.4, pixel da 1.75 micrometri), fan compagnia a un sensore principale da 50 megapixel  (f/1,8, pixel binning 4-in-1 per foto da 12.5 megapixel con poco rumore, pixel in partenza da 0.64 micrometri poi portati a 1.3). L’audio, certificato Dolby Atmos, contempla anche due microfoni. 

Il “motore” del Moto G 2022 è il processore MediaTek Dimensity 700, nell’allestimento da 6+256 GB di RAM e storage (ampliabile via microSD di altri 512 GB). Oltre allo schermo, anche la batteria, pur da 5.000 mAh, presenta una penalizzazione, essendo capace di caricarsi solo a 10W: l’autonomia, in compenso, è lunga e bastevole per l’ampia platea delle connettività con il Wi-Fi 5, il Bluetooth 5.1, il GPS con Glonass, il mini-jack da 3.5 mm, il 4 e 5G, però priva dell’NFC per i pagamenti. 

Come il Galaxy S22 Ultra, anche il nuovo Moto G Stylus 2022 ha un pennino integrato, magari per prendere appunti col tool Moto Note. Cadenzato nelle tonalità Steel Blue, Seafoam Green, lo chassis del device (168.9×75.8×9.3 mm, per 215grammi) non migliora le cornici (83%) e conferma il foro per la selfiecamera, qui da 16 megapixel (f/2,2, quad pixel per pixel da 1 micrometro, video FullHD@30fps). Il pannello visuale adottato è un Max Vision LTPS da 6.78 pollici, con 120 Hz di refresh rate, risoluzione FullHD+, e 20:9 di aspect ratio.

Lo scanner per le impronte digitali è sempre di lato, e non cambia neanche il design del bumper posteriore, al cui interno la tripla fotocamera però cambia non poco nella sostanza. Il sensore principale, da 50 megapixel (f/1,9, pixel binning 4-in-1, pixel da 0,64 micrometri) gode della stabilizzazione ottica e, accompagnato sempre dal solito sensore per la profondità da 2 megapixel (f/2,4, pixel da 1,75 micrometri), sostituisce la trascurabile macro lens dell’altro modello con un ultragrandangolo (OIS8MP) con 118° di angolo visuale, da 8 megapixel. 

Il processore octacore passa nelle mani di Qualcomm, che ha portato in dote il chip Snapdragon 695 con relativo modem per il 5G sub-6GHz (non previsto nel modello 4G dello scorso Febbraio): la RAM e lo storage (qui ampliabile di 1 TB), si abbinano nella coppia da 8+256 GB. La batteria, da 5.000 mAh, gode della ricarica rapida, supportando sia il Qualcomm Quick Charge 3.0 che il proprietario TurboPower  10 mentre, in tema di connettività, spiccano anche il Wi-Fi 5, il Bluetooth 5.1, la micro USB Type-C, il mini-jack da 3,5 mm, il GPS (Beidou, Glonass, Galileo) e l’NFC per i pagamenti. Rimane, come nell’altro modello, Android 12 sotto l’interfaccia My UX con le relative Actions (gesture). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Caspiterina. Gran bella sorpresa: da qualche settimana si parlava di questi telefoni, di cui erano note varie specifiche e trapelati anche gli sfondi. Ora che è possibile apprezzarli in concreto si può vedere come siano ben stati concepiti: il modello col pennino, tra l'altro. continua a essere molto economico, specie se paragonato con gli illustri rivali.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!