Iscriviti

CES 2022: da Samsung tante novità in ottica smart TV

Una delle prime aziende a sfruttare le giornate d'anteprima per il CES 2022 è stata Samsung che, tra le altre cose, è partita con gli annunci relativi a cosa potranno aspettarsi i suoi fans in termini di smart TV per l'anno appena iniziato.

Hi-Tech
Pubblicato il 3 gennaio 2022, alle ore 11:31

Mi piace
2
0
CES 2022: da Samsung tante novità in ottica smart TV

Mancano pochi giorni all’inizio del CES 2022 di Las Vegas che, tra le altre cose, finirà un giorno prima del previsto, anche a causa delle sempre più numerose defezioni verificatesi causa variante Omicron da coronavirus: Samsung ha confermato la sua presenza e, dopo i progetti innovativi del C-Lab, ha anticipato, nella prima giornata d’anteprima della kermesse, diverse novità in tema di smart TV, sempre animate dal sistema operativo Tizen, ma con un Media Screen (convergenza in un unico posto di tutti i contenuti streaming dell’utente, con consigli personalizzati e modalità “continua a guardare” che attingerà ai contenuti “da qualsiasi fornitore“, e una modalità “Watch together” per condividere la visualizzazione con amici e familiari lontani, contando su webcam opzionali o integrate, capace di funzionare anche su videogame e programmi TV.

La prima serie di novità riguarda una nuova linea di smart TV QLED con retroilluminazione via Mini LED, con profondità colore ora a 14-bit (vs precedenti 12), risoluzione 4 e 8K e refresh rate da 144 Hz, in modo da poter abbinare gli apparecchi a gaming di PC di fascia alta, o alle consolle di nuova generazione (Xbox Series X|S, PS5, che però arrivano solo a 120 Hz). La qualità dell’immagine viene migliorata dal processore che, analizzando gli oggetti sullo sfondo, rende più nitidi e distinguibili i soggetti rispetto allo stesso (Object Depth Enhancer), mentre la tecnologia Shape Adaptive Light Control, eseguendo il controllo di quel che appare sullo schermo, garantisce un controllo dinamico dell’illuminazione. 

Sul versante audio, ferma restando la possibilità di far operare una soundbar Q950B dello stesso marchio di concerto con gli speaker delle nuove QLED TV, le stesse godono di base già di diverse tecnologie migliorative dell’output acustico, tra cui SpaceFit Sound, Object Tracking Sound, e Active Voice Amplifier. Lato software, il Gaming Hub abbraccerà le piattaforme cloud based, iniziamente come Nvidia GeForce Now, Stadia e Utomik, con facoltà di seguire gli streaming gamici via Youtube (anche in contemporanea al gioco, magari a mo’ di tutorial per superare un impasse) e di collegare direttamente e senza intermediazioni hardware dei controller di terze parti. L’hub di gioco conterrà anche una modalità zoom per le mini-mappe, consigli di gioco grazie alla AI Gaming technology, una barra di gioco recante l’accesso alla modalità VRR e alla frequenza di aggiornamento.

La modalità Ambient, che entra in azione quando non si guarda niente, mostrerà a schermo opere d’arte, foto, e financo i Not Fungible Tokens. Nel caso specifico, il costruttore ha realizzato un aggregatore che permette di esplorare, osservare in anteprima, comprare, e visualizzare a grande schermo eventuali NFT cui si possa essere interessati.

Le smart TV MicroLED avranno diverse diagonali, da 89, 99, 110 pollici, sino a 178 pollici: grazie alla presenza di 24,9 milioni di microLED, si ha in dote, in teoria, il 10% in più di spazio colore. Sul versante acustico, in questo caso arriva in dote la tecnologia Object Tracking Sound Pro, un tipo di surround in cui il suono segue la direzione secondo cui si muovono gli oggetti a schermo, aggiuntiva rispetto al classico supporto verso le tracce Dolby Atmos

La serie The Frame, che simula quadri a parete quando non vengono guardati spettacoli, programmi o film, con diagonali da 32 a 85 pollici, risoluzione 4K HDR, frequenza di aggiornamento variabile, refresh rate da 120 Hz, tavolozza colori a 4-bit, gode ora di un pannello anti-riflesso con finitura opaca, a tutto vantaggio della fruizione delle opere d’arte (visto che simula “una carta realistica e una trama di tela“), che possono essere attinte da un rinnovato (per la facilità di reperire i quadri) Art Store (che per 5 dollari al mese mette a disposizione, da importanti istituzioni di fama mondiale, oltre 1.400 opere d’arte).

Nel mentre la maggior parte delle smart Tv del brand useranno pile AAA, quelle premium, tra cui le Sero, le Serif e le The Frame, sfrutteranno, sempre con annessi rimandi rapidi a Netflix, Prime Video, Disney+, il nuovo telecomando Eco Remote (bianco o nero) che potrà mantenersi in funzione convertendo in energia l’energia cinetica degli scuotimenti, quella vibrazionale del microfono che capta i suoni, quella solare (quando c’è luce nei paraggi) tramite un pannellino solare, e le RF (radiofrequenze), grazie alla quale in pratica si trasformano in energia le onde radio del router

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ovviamente, sui vari modelli, e i relativi quadri tecnici, se ne saprà di più, prezzi compresi, quando arriveranno sui mercati, volta per volta: l'impressione, però, è che Samsung abbia voluto cambiare poco l'hardware, introducendo più novità quanto a funzioni e servizi. L'idea dei NFT è interessante, purché non si riveli una bolla di sapone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!