Iscriviti

Motorola a valanga con i Moto G 2021 e il Moto One 5G Ace

Dopo Xiaomi, anche Lenovo si è prodotta in un annuncio ricco di novità, in questo caso tutte a carattere telefonico, con l'esordio negli USA di 4 smartphone di fascia media, tra cui il Moto One 5G Ace e tre della serie G 2021.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 9 gennaio 2021, alle ore 01:29

Mi piace
1
0
Motorola a valanga con i Moto G 2021 e il Moto One 5G Ace

Atteso da molte settimane, l’annuncio di Motorola, relativo agli smartphone che popoleranno la linea G nel 2021, è avvenuto più o meno nelle stesse ore in cui Xiaomi illustrava le proprie novità: il brand, ora di proprietà della cinese Lenovo, che al CES 2021 non si è fatta mancare diversi annunci informatici, ha – nello specifico, per quanto concerne gli USA – presentato l’inedito Moto G Stylus 2021 e tre adattamenti di modelli già visti. 

Moto G Stylus 2021 (dal 13 Gennaio a 300 dollari) ha un telaio (169,93 x 77,98 x 8,89 mm, per 213 grammi) idrorepellente, con un foro in alto a sinistra per la selfiecamera, da 16 megapixel (f/2.2, hyperlapse), posto all’interno del display, un pannello LCD IPS da 6.8 pollici, risoluto in FullHD+: grazie alla presenza di un pennino capacitivo con cima a scatto per essere meglio estratto, l’utente può prendere appunti sullo schermo (Moto Note), disegnare, selezionare del testo da copiare in un’altra app. Il rovescio della medaglio è che, per trovare spazio a tale accessorio, la batteria è ridotta a 4.000 mAh, con carica a 10W via Type-C.

Posto lo scanner per le impronte digitali sul lato, fatto salvo il jack da 3.5 mm, sul retro un rettangolo con assetto a L rovesciato propone una quadcamera, da 48 (principale, f/1.7, video 4K@30fps), 8 (118° di ultragrandangolo, hyperlapse), 2 (macro) e 2 (profondità) megapixel. Nel mezzo, coadiuvato da 4 GB di RAM e 128 GB di storage espandibile, opera il processore Snapdragon 678, ottimizzato lato software da Android 10

Emulo del Moto G 5G, il Moto One 5G Ace (166,1 x 76,1 x 9,9 mm per 212 grammi) ha uno chassis impermeabile (IP52) color argento con un foro al centro per la selfiecamera da 16 megapixel, lasciando il restante spazio al panoramico (20:9) display LCD IPS da 6.7 pollici, risoluto in FullHD+. Lo scanner per le impronte è posto sul retro, mimetizzato nel logo della M alata, mentre la tripla fotocamera è alloggiata in un bumper squadrato in alto a sinistra, comprensivo di un sensore da 48, di uno ultragrandangolare da 8, e di uno per e macro da 2 megapixel. 

Presente una batteria da 5.000 mAh caricabile rapidamente a 15W (a fronte di un caricatore in confezione che però, arriva solo a 10W) via Type-C, il processore chiamato ai timoni di comando è un Qualcomm Snapdragon 750G, che può contare, a seconda dei setting, su 4 o 6 GB di RAM, e su 64 o 128 GB di storage espandibili. Dual SIM con 4 e 5G (sub-6 GHz), Wi-Fi dual band, Bluetooth 5.1, rappresentano le connettività di un device (dal 13 Gennaio, per 399 dollari) che, per il software, fa affidamento su Android 10 sotto interfaccia MyUX

Sempre con l’intento di presidiare per bene la fascia media, Lenovo ha annunciato anche altri due smartphone, rebrandizzati. Moto G Power 2021 (alias G9 Play/G9) colloca lo scanner per le impronte digitali sul lato, con frontale che, a parte il foro in alto a sinistra, per la selfiecamera da 8 (f/2.0) megapixel, dedica tutta l’attenzione del suo perimetro anteriore (165 x 76 x 9,3 mm) al display, un LCD HD+ da 6.6 pollici: piuttosto sgombro, a parte il logo M, il retro pone il bumper squadrato al centro, alloggiandovi assieme al Flash LED la triplice fotocamera, sempre con un modulo principale da 48 megapixel (video a 1080p), senza l’ultragrandangolo, ma con la coppia di sensori per macro (f/2.4) e profondità, da 2 megapixel. Cala la qualità anche del processore, nel Moto G Power 2021 (dal 13 Gennaio, a 199 dollari), in veste di Snapdragon 662 coadiuvato da 3 o 4 GB di RAM e da 32 o 64 GB di storage ampliabile: in compenso, la batteria (a cui è imputabile il peso complessivo di 206 grammi) rimane da 5.000 mAh (3 giorni di autonomia), seppur sempre con lo stesso vezzo di caricarsi a 15W a patto di procurarsi un caricatore idoneo, con quello in confezione che non si schioda dai 10W. 

Il più economico del nuovo assortimento (dal 13 Gennaio, a 169 dollari) è il Moto G Play 2021 (166 x 76 x 9,3 mm, per 204 grammi) che, rebrand del Moto E7 Plus, adotta ancora un notch a goccia per la selfiecamera, da 5 megapixel (f/2.2), posta in cima al display LCD HD+ da 6.5 pollici: anche sul retro, ove quanto meno non manca lo scanner per le impronte digitali, si va al risparmio, col bumper squadrato al centro che propone, in assetto piramidale col Flash LED, una dual camera, da 13 (principale, f/2.0, video a 1080p@60fps) + 2 (profondità, f/2.4)  megapixel. 

Grazie alla batteria, da 5.000 mAh, caricabile a 10W via Type-C, e stante l’adozione del processore Snapdragon 460, con 3 GB di RAM e 32 GB di storage (espandibile), anche il Moto G Play 2021, che come tutti i nuovi Moto G del 2021 ammanca del modulo NFC per i pagamenti contactless, condividendo però la presenza di un utile jack da 3.5 mm, vanta almeno 3 giorni di uso medio. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Si può dire che Lenovo, attenzionando il mercato americano, non abbia lasciato molto al caso: lasciando da parte gli altri smartphone grosso modo già noti, seppur arrivati in America con qualche variazione, sarà interessante appurare quando arriverà in Italia il nuovo Stylus 2021, che potrebbe toccare il Bel Paese con un altro nome, come accaduto al primo modello, da noi in vendita sotto le mentite spoglie del Moto G Pro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!