Iscriviti

Huawei P Smart 2019 vs Umidigi F1: scontro tra middle-range a suon di AI e specifiche top

La fascia media del mercato telefonico si accende con lo scontro tra Huawei, realizzatrice dello Huawei P Smart 2019, e Umidigi, costruttrice del middle-range Umidigi F1: feature AI proprietarie contro specifiche pure più avanzate.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 13 dicembre 2018, alle ore 12:31

Mi piace
5
0
Huawei P Smart 2019 vs Umidigi F1: scontro tra middle-range a suon di AI e specifiche top

Anche la fascia media del mercato telefonico, come quella bassa, da qualche tempo è alquanto scoppiettante, permettendo di portarsi a casa smartphone che, a prezzi accessibili, nulla hanno da invidiare ai modelli più blasonati ed ambiti: è il caso dei recenti Huawei P Smart 2019 e dell’Umidigi F1.

In leggero anticipo sulla tabella di marcia, la cinese Huawei ha presentato e già commercializzato in alcuni paesi il suo nuovo smartphone di fascia media Huawei P Smart 2019: quest’ultimo (155.2 x 73.4 x 7.95 mm, per 160 grammi) somiglia, frontalmente, al cugino Honor 10 Lite, visto il notch a goccia stondato mentre, nel retro, si ispira al Huawei Enjoy 9, per via della serigrafia sulla coverback in vetro e del semaforo verticale in alto a sinistra per la doppia fotocamera, come di consueto accompagnata a uno scanner biometrico e munita di supporti AI proprietari.

Il segmento multimediale dello Huawei P Smart 2019 prevede un FullView display LCD IPS da 6.21 pollici, con risoluzione FullHD+ (aspect ratio 19,5:9): la selfiecamera con fuoco fisso arriva ad 8 megapixel, mentre la doppia postcamera, con Flash LED ed autofocus, è formata dalla coppia 13+2 megapixel. Il processore a otto core (2.2 GHz) HiSilicon Kirin 710, sposato con la GPU Mali-G51 MP4, ottimizzata via GPU Turbo, si avvale di 3 GB di RAM, stoccando dati e app della EMUI 9.0 (Android Pie 9.0) sullo storage da 64 GB espandibile (altri 512 GB via microSD).

Le connettività dello Huawei P Smart 2019 sono davvero numerose: al Dual SIM, ed al modulo per il Wi-Fi ac/Bluetooth 4.2, si aggiungono il 4G VoLTE, il GPS, un jack da 3.5 mm, l’NFC, ed una microUSB per ricaricare la batteria, da 3.400 mAh (con fast charge). Secondo l’e-commerce transalpino Boulanger, l’Huawei P Smart 2019 esordirà a Gennaio, nelle colorazioni nero monotinta o gradiente Aurora Blue, al prezzo di 249 euro.

Anche Umidigi si è addentrata nuovamente nella fascia alta, con il suo più interessante Umidigi F1 (colorazioni nero, oro, rosso). Quest’ultimo (156.9 x 74.3 x 8.8 mm, per 186 grammi) scende in campo con un octa-core (2.0 GHz) MediaTek, l’Helio P60 (già visto sui concorrenti Vivo Y97, Oppo R15, e F9 Pro) con GPU Mali G72 MP3, optando per 4 GB di RAM (LPDDR4X) e ben 128 GB di storage, sempre espandibile (256 GB).

Il frontale in vetro 2.5D alloggia in un classico waterdrop una selfiecamera da 16 megapixel, in cima ad un ampio (92.7% di body-to-screen) LTPS LCD da 6.3 pollici, con risoluzione FullHD+ (aspect ratio 19,5:9), relegando sul retro lo scanner per le impronte digitali, affiancato da un oblungo semaforo verticale al cui interno si trova il Flash LED, e due sensori fotografici f/1.7), da 16 (pixel grandi 1.12 micron) ed 8 megapixel (come nel top Umidigi Z2 Pro).

Il resto della scheda tecnica, in attesa della commercializzazione a partire dal 7 Gennaio 2019 ad un prezzo ancora ignoto, prevede – tra gli altri – elementi di pregio come una batteria da 5.150 mAh, ricaricabile rapidamente a 18 W via microUSB Type-C (OTG), ed un modulo NFC per i pagamenti contactless.: ovviamente, non manca il Wi-Fi n dual band, il Dual SIM ibrido, il 4G cat.7 con VoLTE (su ambedue le schedine), il Bluetooth 4.1 (A2DP, HID), il GPS (Glonass, A-GPS, BeiDou), e – persino – un jack da 3.5mm.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Questa volta, Huawei mi ha un po' deluso: sia chiaro, nel caso dello Huawei P Smart 2019 si tratta sempre di uno smartphone di ottimo livello, per giunta beneficiato dalle feature AI in ottica gaming e fotografico ma, badando alle specifiche nude e crude, mi sembra di ravvisare un quid prestazionale in più nell'Umidigi F1. Sarà effettivamente così?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!