Iscriviti

Fire TV Stick 4K Max: Amazon aggiorna il suo celebre dongle per smartizzare la TV

Più prestante del 40% grazie a più RAM e un miglior processore, il nuovo dongle Fire TV Stick 4K Max porta in dote alle TV da smartizzare anche la connettività Wi-Fi, un perfezionato telecomando, e una maggiore sinergia con vari dispositivi compatibili.

Hi-Tech
Pubblicato il 9 settembre 2021, alle ore 16:32

Mi piace
3
0
Fire TV Stick 4K Max: Amazon aggiorna il suo celebre dongle per smartizzare la TV

Anche Amazon si è data agli annunci hardware proponendo, in tempo per la ripartenza dei normali palinsesti streaming post estate, il nuovo dongle HDMI (con alimentazione via Type-C) Fire TV Stick 4K Max, già in vendita sull’e-commere di Seattle al prezzo di 64.99 euro in una sola soluzione, o in cinque rate (a zero interessi) da 13 euro ciascuna, con consegne schedulate per il 7 Ottobre.

Fire TV Stick 4K Max, spedito in una confezione ecologica al 97% (stante l’impiego di materiali riciclati e di fibre di legno tratte da boschi gestiti responsabilmente), ottiene un miglioramento prestazionale del 40% grazie al nuovo processore (1.8 GHz) Mediatek MT8696 messo in coppia con la GPU IMG GE8300 (da 750 MHz, con supporto agli standard di compressione VP9, AV1, H.264 e H.265), mentre i 2 GB di RAM assicurano sia una navigazione più celere nell’interfaccia che un più pronto avvio anche delle app più pesanti. Lo storage rimane da 8 GB, ma è possibile salvare sul cloud gli acquisti digitali fatti su Amazon.

Anche i consumi energetici sono migliorati nel nuovo Fire TV Stick 4K Max: il conferimento del Climate Pledge Friendly badge su Amazon.it è derivato dal fatto che il dongle va in stand-by allo spegimento della TV, mentre la certificazione Energy Star è stata attribuita dacché ora la modalità a basso consumo energetico, rispetto al modello precedente, usa il 15% d’energia in meno.

Il nuovo dongle Fire TV Stick 4K Max supporta lo streaming in 4K UHD, i formati HDR (HDR10 e Dolby Vision) mentre, quanto a output sonoro, permette di riprodurre l’immersività surround del Dolby Atmos (in tandem con impianti audio compatibili), supporta il Dolby multi-canale, e si connette a dispositivi quali Echo Studio o gli speaker (di 4a gen) Echo in wireless. A proposito delle connettività senza fili, il Bluetooth passa alla generazione 5.0 ed il Wi-Fi (via modem Mediatek MT7921LS) al Wi-Fi ax/6 (con più banda a disposizione, anche meglio gestita nel caso allo stesso router compatibile siano connessi diversi dispositivi). In più, entra a disposizione in modo automatico una modalità a bassa latenza quando si riscontra l’esecuzione di contenuti videoludici da Amazon Luna.

Grazie al migliorato (ora con il tasto per switchare tra le sorgenti, quello per il Mute e i rimandi rapidi ad Amazon Music, Prime Video, Disney+ e Netflix) telecomando, si ha accesso ai comandi vocali verso Alexa, per cercare i contenuti preferiti (es. su alcuni celebri servizi installabili dallo store, come Mediaset Play, RaiPlay, DAZN, Spotify, Apple TV+, Apple Music), ma anche per gestire la domotica compatibile: sotto quest’ultimo aspetto, servendosi della funzione Live View Picture-in-Picture, si può continuare a guardare la TV mentre in una finestrella si controlla il videocitofono o la videocamera di sorveglianza. Sempre via telecomando, è possibile regolare volume e alimentazione di TV e soundbar purché siano compatibili. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In genere sono pochi i miglioramenti in dongle di questo tipo: questa volta, però, si è andati oltre il banale passaggio da 1.5 a 2 GB di RAM visto che ci sono connettività senza fili notevolmente migliori, anche a modalità a bassa latenza per il cloud gaming, e una sinergia davvero migliorata con diversi dispositivi compatibili. Ovviamente, l'incremento effettivo delle prestazioni andrà valutato sul campo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!