Iscriviti

Facebook: metà dell’umanità vi fa ricorso, novità portabilità dati e Reaction emotiva

Facebook, nelle scorse ore, ha confermato l'estensione di 2 importanti iniziative, trapelate nel recente passato ma, nel contempo, non ha mancato di comunicare agli investitori i dati della prima trimestrale del 2020, mettendo in evidenza interessanti aspetti.

Internet e Social
Pubblicato il 1 maggio 2020, alle ore 23:52

Mi piace
11
0
Facebook: metà dell’umanità vi fa ricorso, novità portabilità dati e Reaction emotiva

Anche Facebook, come molte altre grandi imprese quotate in Borsa, ha comunicato nelle scorse ore i dati della prima trimestrale del 2020, mettendo in luce una buona tenuta anche in epoca da coronavirus: in più, da Menlo Park arrivano novità relative alla portabilità dei dati degli utenti, e riguardanti un’apprezzata implementazione, ora a disposizione anche degli utenti italiani.

In tema di dati, Mark Zuckerberg ha rivelato come, rispetto a un anno fa, vi sia stata una crescita tanto nel fatturato ( +18%) quando nei profitti (102%), anche se a tale risultato avrebbero contribuito di meno le inserzioni pubblicitarie, calate, e di più il comparto hardware di Menlo Park, attraverso la vendita degli smart display Portal e dei visori VR Oculus.

Anche in tema di utenza, le notizie appaiono piuttosto buone, visto che circa 3 miliardi e mezzo di persone, ovvero il 40% dell’umanità e i 2/3 di chi può connettersi a internet, si sono connessi almeno una volta in un mese a uno dei servizi di Facebook Inc, utilizzandone in particolar modo le videochiamate (non a caso oggetto di migliorie, come il limite dei partecipanti a una chiamata audio/video portato ad 8 su WhatsApp e lo spin-off Messenger Rooms).

Passando alle vere e proprie novità in salsa blu, nel 2018 Facebook aderì al DTP, o Data Transfer Project, assieme a partner come Google, Twitter, Microsoft, ed Apple, con lo scopo di consentire agli utenti un più agevole e rapido trasferimento dei dati personali da una piattaforma o servizio all’altra/o e ciò portò al varo di un’opzione che permetteva di esportare una copia dei contenuti multimediali, foto e video caricati su Facebook, anche altrove, partendo da Google Foto.

Il Dicembre scorso tale funzionalità (accessibile da Impostazioni/Le tue informazioni su Facebook/Trasferisci una copia delle tue foto o dei tuoi video/Destinazione/Google Foto) ha esordito in Irlanda, nel Regno Unito, nel Sud Est asiatico, in Africa, in alcuni paesi europei (Italia compresa) e, nelle scorse ore, è arrivata anche in USA e Canada, con la promessa di coinvolgere tutto il mondo entro fine 2020, proponendo il trasferimento di una copia dei dati anche su altre piattaforme (es. su Microsoft OneDrive).

Infine, a due settimane dalla scoperta della novità da parte della leaker Wong, e dalla conferma della stessa, operata dal responsabile EMEA di Facebook, Alexandru Voica, con il proposito di fornire uno strumento in più per aiutare le persone a dimostrare vicinanza emotiva nella particolare contingenza attuale, la Reaction dell’emoji gialla che abbraccia un cuore arriva anche in Italia, permettendo agli utenti di replicare a commenti, video, e post attraverso una soluzione in più, affiancata alle consuete Reactions del pollice insù, del cuore, della faccina stupita, arrabbiata, triste, e della risata. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Facebook ha portato avanti alcune interessanti novità accennate non molto tempo fa, come la nuova Reaction per la vicinanza emotiva e il tool per esportare foto e video, confermando un attivismo che, negli ultimi mesi, nemmeno il coronavirus è riuscito a frenare, come dimostrato anche da una trimestrale con non poche luci.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!