Iscriviti

Huawei Y7p aka Huawei P40 Lite E: medio-gamma atteso in Asia e Occidente

Continuano gli annunci di nuovi smartphone in Asia, con la Birmania (ma anche l'Occidente) che si appresta ad abbracciare il medio-gamma Huawei Y7p, alias Huawei P40 Lite E, ben bilanciato tra design e roster di specifiche tecniche.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 7 febbraio 2020, alle ore 22:45

Mi piace
10
0
Huawei Y7p aka Huawei P40 Lite E: medio-gamma atteso in Asia e Occidente

Giornata ricca di presentazioni per i produttori asiatici che, dopo esser saliti alla ribalta qualche ora fa con i nuovi Moto G di Lenovo, hanno conservato la scena con Huawei, realizzatore del low cost Huawei Y7p dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, probabilmente destinato anche all’Italia ma sotto “mentite spoglie”.

Lo Huawei Y7p, incrociando i dati del suo manuale utente con quelli del database EAE, non sarebbe altri che l’atteso Huawei P40 Lite E, in predicato d’essere il primo device dell’edizione 2020 della serie P a farsi vedere nel Bel Paese. Il frontale dello chassis (159.81 x 76.13 x 8.13 mm, per 176 grammi) dedica il 90.15% della sua superficie all’LCD IPS da 6.39 pollici, con risoluzione HD+, grazie al foro in alto a sinistra, ospitante la selfiecamera da 8 (f/2.0) megapixel.

Trattandosi di un pannello LCD, si è optato per un tradizionale scanner per le impronte digitali, posto centralmente sul retro (nelle tonalità Aurora Blue e Midnight Black), mentre a sinistra della coverback fa bella mostra di sé un oblungo colonnino ospitante la triplice fotocamera posteriore.

Quest’ultima è gestita dalla scheda grafica Mali G51-MP4 (abile nel supportare la registrazione di video a 1080p@30fps e lo scatto di foto in HDR), con un sensore standard da 48 (f/1.88, messa a fuoco via rilevamento fasico, pixel grandi 0.8 micron), un grandangolo da 8 (2.42) e uno per la profondità da 2 (f/2.4) megapixel. A motorizzare lo Huawei Y7p/P40 Lite E è stato chiamato in causa l’octacore (2.2 GHz) Kirin 710F, visto anche a bordo degli Huawei Y9s, Enjoy 10S, P Smart Z, qui supportato da 4 GB di RAM e 64 (espandibili di 512) GB di storage.

Animato – causa ban trumpiano – da Android Pie (vecchia licenza) sotto interfaccia EMUI 9.1, lo Huawei Y7p integra una batteria da 4.000 mAh, capace di far funzionare il tutto, comprensivo anche di molte connettività (Dual SIM con 4G, Bluetooth 5.0, Wi-Fi n, jack da 3.5 mm, GPS con -A-GPS, BeiDou, e Glonass/Galileo), per 111 ore di playing musicale, 22 ore di playing video, o 20 ore di web surfing, prima del successivo rabbocco energetico a 10W via microUSB 2.0.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Insomma, per ora, Huawei riesce a vendere in lungo e in largo sfruttando vecchie licenze ancora in essere che le consentono di sfruttare soluzioni software che, però, iniziano a essere un pochino obsolete. Peccato perché, a livello tecnico, il P40 Lite E visto in sede d'articolo sembra un medio-gamma davvero interessante, come design e quanto a sostanza nuda e cruda.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!