Iscriviti

CES 2020, proiettori smart: Acer B250i vs Epson EF-100

Ancora sorprese nella fase finale della celebre fiera americana dell'elettronica di consumo, con le asiatiche Acer ed Epson pronte a sfidarsi a suon di proiettori smart, tra cui - rispettivamente - il portabile B250i e il finalmente svelato EF-100.

Hi-Tech
Pubblicato il 10 gennaio 2020, alle ore 18:21

Mi piace
12
0
CES 2020, proiettori smart: Acer B250i vs Epson EF-100

Nonostante si sia parlato di molte cose al CES 2020, anche i proiettori – come dimostrato dalle nuove proposte di Acer ed Epson – si sono dimostrati protagonisti alla fiera dell’elettronica, che in queste ore si avvia alla chiusura in quel di Las Vegas, in Nevada. 

La taiwanese Acer, già oltreoceano per presentare i nuovi portatili TraverlMate e ultrabook Spin, oltre che un portatile per creativi, ha sfoderato il proiettore B250i (da Aprile, in Europa, a 699 euro), piuttosto compatto e trasportabile (205x204x78 mm, per 1.45 kg) con  un modulo a LED di lunga durata (30 mila ore), capace di proiettare immagini luminose (1000 ANSI Lumen), contrastate (5.000:1), ben risolute (FullHD), decisamente cariche a livello di colore (spazio colore Rec. 709 coperto al 120%).

Idoneo ad accompagnare tale resa, per altro beneficiata dalla messa a fuoco automatica, anche a livello sonoro, con due altoparlanti da 5W ottimizzati Acer TrueHarmony e Maxx Audio, il proiettore smart Acer B250i ha porte sia Type-A che Type-C (anche per la ricarica) per connettersi con le fonti (in quanto Display Port), ma – nel caso – può affidarsi anche ad una HDMI di dimensioni normali o, presente il Wi-Fi, consentire il mirroring da dispositivi iOS e Android. 

Finalmente libero dall’embargo informativo che lo ha protetto da Maggio a oggi, arriva a Las Vegas, accompagnato da un telecomando che supporta la ricerca vocale via Assistant, anche il proiettore smart della nipponica (Seiko) Epson che, in veste di EF-100, risulta poco mobile, viste le dimensioni (21.1 x 23.1 x 9.1 cm, per 2.7 kg).

Basato su una tecnologia laser al fosforo alquanto durevole (dalle 12 alle 20 mila ore di funzionamento), l’Epson EF-100 adopera un sistema, basato su 3 chip, 3LCD, per ottenere – passando per una struttura a 9 elementi con laser multi array – immagini a parete, precise (100% sulla scala RGB) nei colori, anche da 150 pollici massimi.

Grazie ad una porta HDMI, e a due USB 2.0, può acquisire contenuti dall’esterno ma, di default, ingloba l’hardware di un dongle Android TV, con Wi-Fi ac dual band, in modo da supportare lo streaming da Hulu, YouTube, Netflix, Disney+, HBO, ed altre 5.000 app multimediali, con tutto il beneficio visivo della tecnologia “enhanced black density” e sonoro di un altoparlante (da 5 W) integrato (via jack da 3.5 mm è comunque possibile connettere le cuffie, mentre il Bluetooth permette di usare soundbar e più potenti speaker esterni).

Realizzato nelle colorazioni nero con finiture ramate, o bianco con finiture argentate, il proiettore smart Epson EF-100 può essere già acquistato, magari tramite lo store online del brand, mettendo mano a una spesa di 999.99 dollari. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo dire che la spesa è davvero ingente, anche se è il prodotto Epson a sembrare quello più complesso tecnologicamente: in ogni caso, chi volesse spendere di meno, e disporre di una maggior portabilità, troverà nel rivale Acer un'alternativa ugualmente interessante sotto il profilo tecnico, anche se - per averla - si dovrà attendere la primavera!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!