Iscriviti

CES 2020: da Acer i nuovi ultrabook convertibili Spin 5 e Spin 3 (2020)

Anche Acer non poteva venire meno alla ventata di anticipazioni che ha investito il CES 2020, col brand di Taipei che, in quel di Las Vegas, ha portato - tra le tante cose - anche una rinnovata coppia di ultrabook convertibili, in veste di Acer Spin 5 e 3.

Hi-Tech
Pubblicato il 6 gennaio 2020, alle ore 01:45

Mi piace
5
0
CES 2020: da Acer i nuovi ultrabook convertibili Spin 5 e Spin 3 (2020)

In una delle edizioni più spoilerate della fiera di Las Vegas (basti pensare alle rivelazioni di Samsung, LG, DELL, Lenovo) anche la taiwanese Acer si è dedicata alle indiscrezioni, anticipando diversi notebook previsti per lo stand del CES 2020, tra cui una coppia di versatili convertibili Acer Spin. 

Gli Acer Spin 5 e 3 di quest’anno, evoluzione dei modelli precedenti, sono accomunati da uno chassis in alluminio sul quale spicca una tastiera retroilluminata, ai cui lati albergano varie porte. Il display interagisce in ambedue i casi con i pennini integrati a carica rapida Acer Active Stylus, beneficiati dalla tecnologia elettrostatica capacitiva di Wacom: all’interno, il modem Intel si perizia di supportare il Wi-Fi ax (6), mentre la batteria arriva financo a 14 ore d’autonomia, con 4 ore extra fornite dopo mezzora di fast charge.

Sempre in tema di specifiche comuni, all’interno, Acer Spin 5 e 3 montano processori che possono arrivare anche agli Intel i7 di 10° generazione, e si avvalgono delle schede grafiche integrate Intel Iris Plus, potendo beneficiare di un massimo di 16 GB quanto alla RAM. La dissipazione del calore, come anche la comodità della digitazione, possono contare sulla cerniera che, nel supportare la modalità notebook, solleva un po’ la tastiera. 

L’Acer Spin 5 (seriale SP513-54N, da fine Aprile principiando da 1.099 euro) è decisamente compatto tanto nello spessore (14.9 mm) quanto nel peso (1.2 kg): dotato di poggiapolsi in lega speciale (magnesio/alluminio), con – nei pressi – uno scanner biometrico per le impronte compatibile con l’autenticazione Windows Hello, tale modello si avvale di un display da 13.5 pollici 2K cui le cornici da 7.78 mm offrono un 80% di screen-to-body e un 18% di spazio verticale in più (di uno standard 16:9) all’aspetto panoramico da 3:2. Lo storage SSD, in questo caso, può toccare vette di 1 TB di capienza, mentre in ambito porte risultano presenti una HDMI, un lettore di microSD, e 4 USB (di cui due Type-C con Thunderbolt 3 e altrettante 3.2 di cui una per la ricarica a notebook spento).

Diverso è il caso dell’Acer Spin 3 (seriale SP314-54N, da Marzo, partendo da 649 euro), più corposo strutturalmente (16.9 mm di spessore per 1.5 kg di peso), che opta per un più tradizionale aspetto panoramico da 16:9, per il display FullHD da 14 pollici esteso sul 78% della superficie disponibile in virtù di cornici spesse appena 7.82 mm. Lato storage, non vi saranno problemi di capienza per file e programmi, stante l’opzione per un dual SSD ma, concludendo con le porte, la dotazione mette in campo una Type-C in meno rispetto a quanto previsto dallo Spin 5. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Gli Acer Spin di quest'edizione del CES confermano la loro natura portable, essendo molto leggeri e sottili, adeguando la potenza senza trascurare la sicurezza biometrica, un'autonomia impressionante (come ci si aspetterebbe da un terminale per l'impiego in mobilità), e una gran versatilità (confermata dalle tante porte in dotazione). I prezzi, poi, quanto meno per le configurazioni di partenza, sono più che abbordabili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!