Iscriviti

Arrivano in Italia le smart TV low cost Mi TV P1 di Xiaomi

Provviste di Android TV, di un audio immersivo, di LCD con anche il Dolby Vision, oltre che di Chromecast e di Google Assistant, arrivano in commercio anche in Italia le nuove tv intelligenti Mi TV P1 del brand cinese Xiaomi.

Hi-Tech
Pubblicato il 4 maggio 2021, alle ore 20:23

Mi piace
2
0
Arrivano in Italia le smart TV low cost Mi TV P1 di Xiaomi

Nel corso dell’evento streaming col quale ha celebrato i suoi primi 3 anni di presenza ufficiale in Italia, Xiaomi ha confermato il prossimo arrivo, (su Amazon e Mi Store Italia) oltre agli smartphone Mi 11 Ultra, Mi 11i, Redmi Note 10S, Redmi Note 10 5G, ed alla fitness Mi Smart Band 6, della serie di televisori intelligenti Mi TV P1.

Questi ultimi, cadenzati nelle differenti diagonali da 32, 43, 50 e 55 pollici (con promo da hoc, dal 21 al 24 maggio, per il 2° ed il 4°), presentano in comune un design in cui il display, un pannello LCD sottoposto alla retroilluminazione via LED, con ottimi angoli di visuale (IPS da 178°) e 50 / 60 Hz di refresh rate, è incastonato in cornici ottimizzate su tutti i lati, tranne che, in forma minore, sul mento. Partendo dal modello più piccolo, ovvero da quello pari a 32 pollici (279.90 euro), si tratta di un esemplare risoluto in HD (1366 x 768 pixel), dotato della profondità colore a 8 bit che, a livello audio, colpisce – oltre che per la potenza sonora (10W, via due woofer e altrettanti tweeter) – per il supporto agli standard immersivi DTS-HD e Dolby Audio.

Sul retro, risultano presenti una Ethernet da 100 Mbps (comunque presente il Wi-Fi dual band), due HDMI (una col canale audio di ritorno ARC), altrettante USB 2.0 e, per le PAY TV o tivusat HD, un classico slot CI+: l’interno prevede una scheda tecnica che ruota attorno a un processore coadiuvato da 1.5 GB di RAM e da 8 GB di storage, atti a ospitare Android TV però basato su Pie 9.0, in ragione del quale arriva in dote l’integrazione di Chromecast e il controllo via Assistant (o Alexa, passando per uno speaker abilitato), sul telecomando Bluetooth 5.0 che reca i rimandi ai pre-installati servizi YouTube, Prime video e Netflix

Nel modello da 43 pollici (449.90 euro), così come la parte audio, elevata a 20W di potenza, migliora anche quella visiva, affidata a pennelli UHD 4K con profondità colore simulata a 10 bit (8 nativi più il contributo della tecnologia Frame Rate Control che alterna velocemente i colori per simularne altri), sistema MEMC (frame intermedi simulati) per accentuare la fluidità nei video, e supporto ai metadati dinamicDolby Vision ed HDR10. Sul retro albergano, tra le altre, una porta HDMI 2.1 (con eARC) e una coppia di HDMI 2.0: l’hardware ospitato a sandwich all’interno offre al più esigente comparto multimediale il supporto di 2 GB di RAM, di 16 GB di storage, e di un Android TV a base 10. Da segnalare che, rispetto al modello più piccolo, il supporto ad Assistant avviene senza la necessità di dover rintracciare il telecomando, in virtù dei microfoni montati sulla TV, ovviamente silenziabili – via selettore – a tutela della riservatezza domestica.

Le smart TV Mi TV P1 da 50 e 55 pollici mutuano dal 43” gran parte delle specifiche, giustificando l’aumento di prezzo (rispettivamente da 599.90 e 649.90 euro) con il supporto anche ai metadati dinamici dello standard HDR10+, e con una qualità visiva che si bea della scala colore NTSC coperta all’85%

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Forse la risoluzione HD è un po' poca roba su un 32 pollici, anche se va considerato che il prezzo è davvero irrisorio considerando che si tratta di una smart TV piuttosto completa: la speranza è che venga aggiornata almeno ad Android 10 che, però, è già presente sui tagli maggiori, risoluti in 4K, e con maggiori accorgimenti qualitativi per audio e video.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!