Iscriviti

Twitter: nuove opportunità per gli sviluppatori di bot buoni, rumors su nuove funzioni

Nel mentre procedono i lavori per consentire alle persone di disiscriversi dalle conversazioni, col codice della funzione appena inserito nella piattaforma, attestato un processo di adeguamento anche per le Reactions nei DM, da Twitter è arrivato il rilascio di migliorate API per gli sviluppatori.

Internet e Social
Pubblicato il 4 novembre 2021, alle ore 13:22

Mi piace
2
0
Twitter: nuove opportunità per gli sviluppatori di bot buoni, rumors su nuove funzioni

Twitter, il social del canarino azzurro fondato e diretto dal CEO Jack Dorsey, nel mentre lavora a nuove migliorie funzionali già scoperte dai leakers, mettendo da parte per un istante le novità mainstream, ha rilasciato delle API aggiornate per gli sviluppatori, foriere di diversi vantaggi (anche per gli utenti comuni).

Di tanto in tanto, Twitter ritocca le API dedicate agli sviluppatori, in modo da supportarne al meglio le soluzioni di terze parti nel gestire alcune funzionalità del social network. Dopo la recente aggiunta del supporto agli Spaces audio, nelle scorse ore dal quartier generale di San Francisco è arrivata la notizia di un nuovo aggiornamento. Quest’ultimo introduce nelle API in questione il supporto ad alcune feature di base, es. per creare i tweet o cancellarli, per taggare le persone nelle immagini o pubblicare dei sondaggi, utilizzare le impostazioni di risposta e supportare la nuova funzione Super Follows (che, come noto, permette agli utenti di supportare i propri beniamini iscrivendosi a pagamento ai loro profili, per ricevere newsletter e cinguettii esclusivi, offerte e promo, badge di sostenitore, iscrizioni a Community esclusive).

Grazie a tali implementazioni, in concreto, i programmatori potranno creare dei migliori bot “buoni” (che da Settembre possono già contare su alcune etichette che li identificano al meglio), ad esempio per aiutare alcuni utenti ad eliminare regolarmente vecchi tweet, per aiutarne altri ad automatizzare le loro condivisioni, per pubblicare tweet più interattivi (sondaggi e tag nelle immagini), o per aiutare i creators nel trasmettere i tweet ai loro super followers sì che siano aiutati a “guadagnare dalla loro base di fan di Twitter“.

Lo scorso agosto, grazie all’utente twitteriano Dominic Camozzi, corse voce che il social network Twitter avrebbe potuto implementare una funzione per consentire agli utenti di visionare in quali conversazioni erano menzionati, in modo da poterne lasciare qualcuna annullando il tag del nome utente nella conversazione, facendo sì di non potervi più essere aggiunto e di non ricevere ulteriori notifiche a proposito della conversazione abbandonata.

A quanto pare, Twitter ha effettivamente inserito questa funzionalità nel codice della piattaforma per cui, secondo il leaker Alessandro Paluzzi, il relativo rilascio potrebbe essere prossimo. Infine, sempre a Paluzzi si deve la scoperta del fatto che il canarino azzurro stia lavorando a un restyling della Reactions presto usabili nei DM.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In effetti, con i nuovi endpoint le API mettono a disposizione degli sviluppatori davvero tante possibilità in più: considerando che alcuni bot sono effettivamente molto utili, se ne avvantaggeranno davvero anche gli utenti finali. Per il resto, molto utile si rivelerà (in futuro) anche la possibilità di disiscriversi dalle conversazioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!