Iscriviti

Twitter: in test gli articoli lunghi Notes, al via accordo con Shopify

Nel mentre sembra a un punto decisivo la vicenda del passaggio di consegne a Elon Musk, Twitter, reduce da un accordo don Shopify in ottica social commerce, ha annunciato il via al test delle Notes, per pubblicare articoli lunghi che superino i 280 caratteri.

Internet e Social
Pubblicato il 23 giugno 2022, alle ore 09:23

Mi piace
1
0
Twitter: in test gli articoli lunghi Notes, al via accordo con Shopify

Ascolta questo articolo

Nelle scorse ore, Twitter ha attirato l’attenzione dei media sia a causa di una vicenda riguardante il suo futuro societario che in virtù di una novità riguardante l’avvio di un test per scrivere post lunghi. 

A poco a poco stanno venendo meno gli ostacoli che da bel po’ stanno frenando il passaggio di Twitter nelle mani di Elon Musk. Nel corso di un intervista a Bloomberg Tuesday, il magnate aveva parlato della questione degli account falsi, che potrebbe sbloccarsi con l’arrivo dei dati relativi agli utenti reali promesso dalla piattaforma, del fatto che volesse ripensare il modo di raccogliere (dando in garanzia miliardi di azioni Tesla, sua principale fonte di ricchezza) i 33.5 miliardi di dollari in contanti parte di quanto da versare, e del fatto che avrebbe dovuto ottenere il voto favorevole da parte degli azionisti.

In quest’ultimo frangente, secondo un documento inviato all’ente di vigilanza SEC, il consiglio di amministrazione del social ha espresso il suo parere unanimemente favorevole alla vendita della piattaforma a Elon Musk, e raccomandato il voto favorevole all’operazione da parte degli azionisti, avendo reputato le condizioni dell’accordo covenienti, eque e nel loro miglior interesse dacché, a fronte degli attuali circa 38 dollari di valore per azione, per una capitalizzazione scesa sotto i 30 miliardi di dollari, Musk si è offerto si comprare il social per 44 miliardi di dollari, ovvero per 54.20 dollari ad azione.

Passando a cose più concrete, Twitter, mediante l’account dello staff Twitter Write (che raccoglie le esperienze di post lunghi, tra cui anche quelle delle Newsletter, in favore di blogger, comici, giornalisti, poeti, gestori di comunità di social media, sceneggiatori, etc), ha annunciato il via di un test, per ora limitato ad alcuni utenti negli USA, UK, Canada e Ghana, riguardante la funzione Notes, scoperta nei mesi scorsi dalla leaker Wong col nome di Articles, inclusiva anche di una modalità di messa a fuoco (che permetteva di concentrarsi sul contenuto mostrandolo full screen e nascondendo le sezioni laterali del social), di un meccanismo di salvataggio degli articoli e di un’interfaccia dì accesso ai contenuti pubblicati e alle bozze.

Nello specifico, la nuova funzione Notes, che in caso di feedback positivi potrebbe essere estesa a tutti entro la fine dell’estate, permette di superare il vincolo dei 280 caratteri, condividendo post dall’estensione lunga, corredati di elementi multimediali (foto, GIF, video) e link a tweet (incorporamenti), con il testo formattabile (corsivo, barretto, grassetto, stili, elenchi ordinati), senza la necessità di usare soluzioni di terze parti che spezzettassero un post in un tweetstorm di più interventi, o che lo pubblicassero come immagine. 

La Twitter Note, pubblicata, apparirà come un tweet, con titolo, immagine e didascalia e, cliccata, rivelerà il contenuto esteso di cui sopra; in più, potrà essere “twittata, ritwittata, inviata in DM, apprezzata e aggiunta ai preferiti“. Per creare una Twitter Note, basterà portarsi alla scheda Scrivi (Write) ove saranno anche accessibili tutte le Note scritte, con la sezione Notes nel profilo che, invece, permetterà ai follower e visitatori di trovare in modo pratico tutti i contenuti di lunga estensione condivisi da quel dato autore. 

Infine, forte del fatto che “nel 2021 ci sono stati 6,5 miliardi di tweet che menzionavano le aziende a livello globale“, Twitter ha annunciato una collaborazione con Shopify che permetterà ai commercianti, per ora negli USA, di collegare lo Shopping Manager di Twitter col loro pannello di controllo su Shopify, in modo da non dover inserire manualmente le info dei prodotti, potendo avere al centro del loro profilo Twitter i loro prodotti Shopify in primo piano, attraverso gli strumenti (estesi a tutti i commercianti negli USA) Twitter ShopsShop Spotlight

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Perbacco: davvero interessante il fatto di Notes, che assimilerà del tutto Twitter ai moderni social, ma anche a piattaforme come Medium. Peccato che così in qualche modo perderà, nei fatti, la sua specificità che ha accostato per molto tempo i suoi tweet, un tempo da 140 caratteri, allo stile telegrafico degli SMS. Per il resto, per i commercianti, si rivela forse più importante la partnership con Shopify.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!