Iscriviti

WhatsApp annuncia il varo (in beta) della crittografia per i backup online

Non si esaurisce la fucina creativa di WhatsApp che, tra le tante funzioni su cui è al lavoro, ne ha appena rilasciato una, consentendo agli utenti della sua beta per Android di sperimentare la crittografia per i backup online.

Software e App
Pubblicato il 17 luglio 2021, alle ore 00:23

Mi piace
5
0
WhatsApp annuncia il varo (in beta) della crittografia per i backup online

Prosegue imperterrito il processo di sviluppo di WhatsApp, con la celebre applicazione di messaggistica istantanea che, dopo aver portato in una beta pubblica la funzione dell’account multi-device, ed essersi accinta a sviluppare una sorta di Pagine Bianche per i suoi account Business, ha fatto segnare un altro colpo da 90 con l’esordio della funzione che prevede la crittografia dei backup.

Da ben 5 anni, ovvero dal 2016, WhatsApp permette di crittografare end-to-end, cioè da punto a punto, le conversazioni e le chiamate. La stessa protezione, però, non coinvolgeva anche i backup online, stoccati nello spazio concesso da Google su GDrive e da Apple su iCloud. Qualcosa in tal senso, però, dopo le indiscrezioni degli scorsi mesi, ha finalmente preso a cambiare, secondo quando rendicontato dai puntuali leakers di WABetaIno.

Questi ultimi, grazie alle segnalazioni dei propri fan, hanno notiziato il fatto che, con la release 2.21.15.5, distribuita da WhatsApp nel suo canale beta per Android, (per coloro che hanno ricevuto la relativa attivazione da server remoto) è diventato possibile crittografare i backup che poi verranno stivati online: il tutto parte, nella sezione backup che riguarda le impostazioni delle chat.

Quivi giunti, contrassegnata dall’icona di un lucchetto, vi è la voce “Encrypt your Backups” (recante inizialmente il valore “Off”) che, se premuta, porta alla relativa pagina di presentazione, in cui viene spiegato che, a esser criptati, sono sia la cronologia delle conversazioni che i media in esse condivisi. A quel punto, con l’avvertimento che in caso di smarrimento della stessa non si potrà ripristinare il backup, si viene invitati a impostare una password, case sensitive, di almeno 6 caratteri, tra cui una lettera, confortati dal fatto che la stessa non sarà condivisa con WhatsApp, con il social Facebook, e nemmeno con Google o Apple.

Parimenti, nell’ambito della funzione che prevede la crittografia (disattivabile se lo si desidera) dei backup online di WhatsApp, viene consigliato all’utente di generare una chiave di crittografia, a base 64 (cioè con 64 caratteri formati dalle lettere dalla a alla f, e dai numeri da 0 a 9) da tenere da parte, visto che potrà essere usata per recuperare il salvataggio in caso di dimenticanza della password: nell’eventualità che non si conoscano o ricordino nessuno dei due codici, il backup crittografato e stoccato online sarà di fatto irrecuperabile. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La funzione è già apparsa per il mio account online, sebbene presenti qualche errore (Connection error. Try again later) quando si va a ripetere la password. Probabilmente si tratta di qualche errore normale visto che ci si trova pur sempre al cospetto di una funzione introdotta in una beta, di per sé per natura meno stabile di una versione definitiva. Il dado, in ogni caso, è tratto, ed una funzione da lungo attesa, e promessa, è stata finalmente introdotta: per giudicare della sua efficacia, occorrerà solo del tempo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!