Iscriviti

Instagram: versione for Kids contestata, tante novità in sviluppo

Dal circuito dei leakers, diverse indiscrezioni rendicontano di cos'abbia in serbo Instagram per i suoi utenti che, pur non tutti entusiasti all'idea, avranno anche a che fare con una versione "for Kids" del noto photo-sharing.

Software e App
Pubblicato il 19 aprile 2021, alle ore 00:26

Mi piace
5
0
Instagram: versione for Kids contestata, tante novità in sviluppo

Impegnata nel progettare il ritorno dei Mi Piace, mettendo a disposizione degli utenti diverse opzioni di scelta, Instagram, il cui progetto di una versione “for kids” non ha goduto di consenso unanime, si è messa al lavoro anche su altre future novità, portate allo scoperto dall’attività indagatoria dei leakers.

Secondo quanto appurato da Alessandro Paluzzi tramite il reverse engineering, il team di Adam Mosseri sarebbe al lavoro su alcuni affinamenti al design delle notifiche attinenti alle chiamate solo audio ed anche video: di maggior importanza è quanto in serbo per le conversazioni personali, attraverso la messaggistica interna DM.

Quest’ultima, a quanto pare, potrebbe essere protetta da un sistema di crittografia end-to-end che – però – non sarebbe attivo di default, in quanto andrebbe attivato manualmente, facendo leva (nel verso senso della parola) su un pratico interruttore (“use end-to-end encryption”), posto nel frontalino della chat. 

Come noto, ormai da diverso tempo, sembra che Instagram sia al lavoro su un particolare adesivo per le Storie, “Collab”, che permette di aggiungere sino a un massimo di 20 collaboratori: le nuove scoperte in proposito rendicontano del pop-up esplicativo (“Trova un argomento, aggiungi collaboratori e condividi storie con le persone che lo seguono”) che apparirà non appena il creator avrà collocato l’adesivo in questione nella sua Storia. 

Dall’agenzia stampa AGI, infine, giunge la notizia secondo cui quasi 100 organizzazioni per la tutela dei consumatori e dell’infanzia, da tutti i principali continenti, hanno inviato una lettera a Zuckerberg, nella quale gli chiedono di desistere dal progetto di un Instagram for Kids (senza pubblicità, con controlli genitoriali, sviluppato con la consulenza di guru della salute psico-fisica dei minori) visto che, lungi dall’assorbire i giovani sotto i 13 anni che ora bazzicano su Instagram, semplicemente attirerebbe utenti ancor più giovani, esposti a fenomeni come il bodyshaming ed a meccanismi di dipendenza, come l’infinite scrolling. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Credo che le proteste contro Instagram for Kids saranno vane, o rese tali da diversi accorgimenti messi a tutela dei giovanissimi: d'altronde, è pur vero che i genitori hanno sempre piena facoltà di proibire l'uso di qualcosa ai propri pargoli. Ottima notizia l'arrivo della crittografia per i messaggi privati, anche se sarebbe meglio far sì che questi ultimi si svolgano direttamente in forma protetta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!