Iscriviti

Google: 2021 battezzato con varie novità, software e hardware

Conclusa la propria pausa festiva, Google ha cominciato ad aggiornare diversi servizi, con novità piccole e grandi, mettendo in previsione, entro la fine dell'anno, anche l'arrivo di nuovi dispositivi hardware, in ambito sicurezza e smart display.

Software e App
Pubblicato il 6 gennaio 2021, alle ore 10:32

Mi piace
7
0
Google: 2021 battezzato con varie novità, software e hardware

Come Facebook Inc, con WhatsApp e Instagram, anche Google si è decisa a inaugurare il nuovo anno con un ampio assortimento di novità, alcune delle quali di carattere software, senza trascurare, quanto meno in prospettiva, l’arrivo anche di nuovi device hardware (nuovi smart display e telecamere di sicurezza).

In alternativa a Google Foto, Mountain View da tempo fornisce Google Gallery Go che, pur occupando poco spazio in memoria, è in grado di funzionare off-line, offrendo strumenti di fotoritocco e filtri, oltre alla gestione delle foto, ed alla dark mode: nelle scorse ore, proprio tale app ha raggiunto un importante traguardo, con 50 milioni di installazioni sul Play Store

Assecondando un trend degli ultimi tempi, quello delle trasmissioni audio, Big G ha messo a disposizione, lato mobile e web, la piattaforma Google Podcasts: quest’ultima, secondo alcune fonti, sta ricevendo un update nella controparte accessibile da browser che, in Home, sotto il carosello che visualizza (5 per volta) le trasmissioni a cui si è iscritti (con scorrimento laterale), colloca (analogamente alla parte mobile) un Feed (“Puntate più recenti”) degli ultimi episodi messi a disposizione per ogni programma. Le relative schede di notifica palesano l’artwork della trasmissione, il titolo e la sinossi dell’episodio, l’indicazione di quando sia stato messo online e il pulsante play per riprodurne la durata (indicata). In precedenza, per informarsi sugli ultimi episodi pubblicati, occorreva selezionare il podcast di proprio interesse ed, entrati nella relativa scheda, cercarne l’ultimo episodio.

In attesa di poterne beneficiare anche con un account gratuito, sono gli iscritti al pacchetto professionale Google Workspace (ex GSuite) i primi a poter utilizzare, anche su Google Documents, un sistema automatico (attivo di default, ma disattivabile manualmente) di correzione ortografica e di completamento smart delle frasi (smart compose), già prevista suo tempo (2019) in Gmail. A implementazione ultimata, basterà un TAB per accettare la correzione proposta, o il completamento della frase suggerito dal machine learning secondo lo stile di scrittura dell’utente e il contesto del documento. 

Limitata all’India, in collaborazione col produttore di snack Cadbury India, è l’introduzione su Assistant della scherzosa modalità “Non fare nulla” (Do nothing): pronunciando (dopo aver settato la lingua in English – India) la frase “Ok Google, eat a 5 star” (nome commerciale di una barretta di cioccolato), il concierge virtuale di Google prenderà a fornire risposte irriverenti e sostanzialmente inutili a ogni richiesta dell’utente che, di conseguenza, dovrà prendersi una pausa.

Infine, sempre in ambito software, Google ha comunicato a TechCrunch che, a partire da questa settimana, inizierà ad aggiornare le sue app per iOS, includendovi le “etichette nutrizionali” che, dall’8 Dicembre, ormai obbligano tutti gli sviluppatori a elencare quali e quanti dati (e con quali finalità generali) raccolgono sugli utenti che si rivolgono all’App Store di Cupertino. 

Anche in ambito hardware Google sta preparando delle novità in vista del 2021:secondo i redattori di Android Police, che fanno riferimento ad una certificazione rilasciata dalla FCC americana a proposito di un dispositivo interattivo con codice A4R-GUIK2, Google sta preparando un device, forse munito di display, che supporterebbe la frequenza a 60 GHz del Radar Soli, tecnologia di Air Gesture che, poco apprezzata sui Pixel 4, è poi apparsa sul Nest Thermostat. Nel caso che il tutto dovesse tradursi in nuovi smart display Nest, diverrebbe di conseguenza possibile assolvere a un’ampia serie di funzionalità (es. stoppare una sveglia, rifiutare o meno una chiamata, cambiare una traccia musicale, etc) anche avendo le mani sporche mentre, in cucina, si sta preparando una qualche pietanza. Entro fine 2021, per stessa ammissione di Mountain View, arriverà anche una nuova gamma di telecamere di sicurezza” Nest Cam.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il radar Soli sarebbe molto utile in uno smart display: probabilmente più che su uno smartphone. Strano, quindi, che non sia stato previsto prima. Ottima la novità relativa ai podcast ed a Google Documents (nella speranza che arrivi presto anche per gli utenti comuni): simpatica, infine, la funzionalità di Assistant per invitare l'utente a prendersi una pausa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!