Iscriviti

Gmail permetterà l’invio programmato delle mail, e la composizione agevolata delle stesse

Google, nelle scorse ore, messi da parte i Pesci d'Aprile, ha celebrato i 15 anni di vita di Gmail annunciando due novità per il suo servizio di posta elettronica, che eredita la composizione intelligente delle mail, e la programmazione delle stesse.

Software e App
Pubblicato il 2 aprile 2019, alle ore 09:45

Mi piace
10
0
Gmail permetterà l’invio programmato delle mail, e la composizione agevolata delle stesse

Dopo gli annunci scherzosi, per celebrare il 1° Aprile, sono arrivati quelli seri, per festeggiare dei 15 anni di vita di Gmail, il servizio di posta elettronica online fondato da Google nel lontano 2014, proprio il primo giorno del corrente mese: per l’occasione, Mountain View ha ufficializzato l’arrivo di due importanti funzionalità, apprezzabili dai professionisti ma non solo.

Dal 2 Aprile chiude InBox, il client smart per la posta elettronica, ideato da Google che – però – per farsi perdonare ha reso più intelligente il suo servizio principale di corrispondenza digitale, Gmail, attualmente usato da 1.5 miliardi di persone: quest’ultimo si è evoluto molto nel corso del tempo e, dall’1GB di spazio delle origini, oggi ne offre ben 15, con una forte integrazione a vari servizi proprietari (Documenti, Calendario, Keeep, Task) e di terze parti (es Dropbox, MailTrack). 

In attesa di integrarvi anche le mail dinamiche AMP (al pari di Outlook e di Yahoo), Google si è portata avanti annunciando il roll-out di altre due novità interessanti, rappresentate dallo smart compose e dall’invio programmato delle mail. Nel primo caso, la funzione – prima appannaggio solo dei possessori di uno smartphone Pixel – è in arrivo per gli utenti Android (su iOS molto presto) anche in italiano, spagnolo, portoghese, francese.

Per utilizzarla, dopo aver attivato l’apposita voce nella sezione Generali delle Impostazioni di Gmail, basterà comporre un messaggio affinché l’intelligenza artificiale proponga delle frasi di completamento, analizzando il contenuto della mail, il destinatario, le espressioni più popolari, e quelle che l’utente è solito adoperare (es. un particolar modo di esordire nelle mail). 

Passando alla seconda novità, in arrivo a partire dagli utenti della GSuite, la feature permetterà di redigere una missiva quando si ha tempo, e di spedirla automaticamente al momento giusto, magari tenendo conto del fuso orario al quale lavora il proprio collega. Anche in questo caso, l’uso è alquanto intuitivo: per programmare una missiva via Gmail, infatti, basterà aprire la schermata di composizione delle mail e, dall’apposito menu, scegliere o una delle opzioni già presenti (domani mattina, domani pomeriggio, lunedì mattina), o indicare data e ora esatte. A quel punto, la mail resterà in stand-by sino al momento precisato, per poi iniziare il suo percorso verso il destinatario.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La funzione di programmazione delle mail tornerà asssai utile a tutti: quante volte mi è capitato di dover rimandare una mail, salvo poi dimenticarmene del tutto! Ora, invece, la si potrà scrivere sul momento, per calendarizzarne la spedizione quando più opportuno. Per il resto, sulla composizione agevolata delle mail, non dubito che sia alquanto proficuo avvalersene, in termini di tempo risparmiato: solo che anche in questo caso, per educare l'AI di Gmail a ben funzionare, dovremo permetterle di analizzare quello che scriviamo. Insomma, per la privacy non è che sia una boccata d'ossigeno...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!