Iscriviti

Vivo Z5x, mix tra battery phone e cameraphone con display forato

Come da calendario, il brand Vivo ha presentato un nuovo smartphone che, nelle vesti del Vivo Z5x, ha suscitato interesse per varie ragioni, tra cui la sua natura ibrida di camera phone e battery phone, e l'adozione di un display forato per la fascia media.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 25 maggio 2019, alle ore 17:43

Mi piace
9
0
Vivo Z5x, mix tra battery phone e cameraphone con display forato

Seppur anticipato da diversi render nei giorni scorsi, il Vivo Z5x, appena presentato in Cina dal gruppo BBK Electronics, si è conquistato comunque le copertine tecnologiche del week-end in corso, grazie al fatto di essere il primo smartphone del brand Vivo a fregiarsi del foro nel display, già visto in diverse soluzioni telefoniche dei competitor Huawei e Samsung

Vivo Z5x, realizzato con una scocca plastica (162.39 x 77.33 x 8.85 mm) dalle sfumature cangianti nella colorazione Aurora Blue, o nelle più consuete nuance Phantom Black e Midnight Black, può essere definito sia un battery phone (204.1 grammi di peso), in ragione della maxi batteria da 5.000 mAh a carica rapida (18W) via microUSB (con OTG), che un camera phone, visto che sulla coverback, ove pur è presente lo scanner circolare per le impronte digitali, è posizionata a sinistra (in un allineamento semaforico assieme al Flash LED) una tripla fotocamera: quest’ultima si compone di un modulo principale da 16 (f/1.78), uno grandangolare da 8 (f/2.2), ed uno per la profondità da 2 (f/2.4) megapixel. 

Al di là delle questioni terminologiche, anche in questo Vivo Z5x è presente un foro quale soluzione per alloggiare la selfiecamera, da 16 (f/2.0) megapixel: in questo modo, il 90.77% del frontale spetta al display, un pannello LCD IPS da 6.53 pollici, con risoluzione FullHD+ ed aspetto panoramico a 19.5:9. Ciò, assieme al jack da 3.5 mm per le cuffie, dovrebbe assicurare un intrattenimento multimediale piuttosto completo.

A motorizzare il Vivo Z5x intervengono memorie veloci, con RAM di tipo LPPDDR4x e storage UFS 2.1, messe a disposizione, onde evitare colli di bottiglia, del processore octa-core (2.2 GHz) Snapdragon 710 e della GPU Adreno 616: nel complesso, l’utente potrà scegliere tra quattro configurazioni, di cui due con spazio di memorizzazione da 64 GB (con 4 GB di RAM a circa 180 euro o 6 GB a 197 euro), e due da 128 GB di storage (con 6 GB di RAM a 219 euro, o con 8 GB prezzati a 259 euro). 

Il setting delle connessioni del Vivo Z5x, pur segnato dalla mancanza del modulo NFC, annovera la presenza del 4G VoLTE sul Dual SIM, del Wi-Fi ac a doppia banda, del Bluetooth 5.0, di uno slot per microSD e, ovviamente, del localizzatore GPS (con reti Glonass): in conclusione della scheda tecnica, il sistema operativo, Android Pie 9.0, sotto interfaccia proprietaria FunTouch OS 9. Degno avversario degli Xiaomi Mi Max, il Vivo Z5x è in pre-ordine da oggi, con le vendite che partiranno dalla prossima settimana a cominciare dal mercato cinese. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il Vivo Z5x è davvero uno smartphone molto interessante, anche nelle configurazioni mnemoniche più basiche (anzi, specialmente in esse, per il rapporto qualità/prezzo): la tripla fotocamera posteriore ha anche il grandangolo e, quindi, a parte la mancanza di un teleobiettivo, può dirsi molto completa. Stesso discorso per le connettività che, pur con qualche rinuncia, mettono in campo il jack da 3.5 mm ed il Bluetooth 5.0. Adeguato il SoC, tra processore e GPU, ed impressionante la batteria: promosso!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!