Iscriviti

Vivo X30 e Vivo X30 Pro: ufficiali i medio-gamma premium con 5G e multicamere

Al da poco conclusosi evento Vivo tenuto nella Cina meridionale, BBK Electronics ha stupito con una doppietta di smartphone di fascia media, i Vivo X30 e X30 Pro, molto convincenti sul piano dell'imaging, provvisti di connettività 5G dual mode.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 16 dicembre 2019, alle ore 17:15

Mi piace
7
0
Vivo X30 e Vivo X30 Pro: ufficiali i medio-gamma premium con 5G e multicamere

Nelle cittadina cinese di Guilin, rinomata per le suggestive colline carsiche, la cinese Vivo (parte del gruppo BBK Electronics) ha tenuto un evento con il quale ha presentato due importanti smartphone, i Vivo X30 e Vivo X30 Pro che, stilisticamente suggestivi come gli innovativi top gamma della serie NEX (i primi con fotocamera pop-up, con dual display AMOLED, e con schermo a cascata), si avvalgono del 5G alzando l’asticella della fascia media.

Frontalmente, la coppia (158.45 × 74.10 × 8.80 mm, per 196.5 grammi) dei Vivo X30 e X30 Pro adotta un XDR display che, ottimizzato da iQiyi, offre il supporto all’HDR, un contrasto di 2 milioni a 1, e una luminosità sino a 1.200 nits: il pannello un Super AMOLED da 6.44 pollici risoluto in FullHD+(20:9, 409 PPI, 91.4% di screen-to-body) spicca per un sottilissimo (2.98 mm) foro in alto a destra, per la selfiecamera da 32 megapixel (f/2.45), e per il suo inglobare uno scanner sottostante di tipo ottico, realizzato da Goodix, capace di essere preciso anche in condizioni difficili (es. a basse temperature, con impronte sottili).

Posteriormente, i due Vivo X30 e X30 Pro si distinguono per qualche dettaglio non di poco conto. Il modello Pro a sinistra schiera una quadcamera verticale, supportata lateralmente da un sensore per la messa a fuoco laser, col sensore principale settato a 64 (f/1.8, lunghezza focale a 26 mm, pixel binning, Super Video Stabilization via EIS), quello periscopico da 13 (zoom ibrido 4x, digitale 60x, f/3.0), quello per la profondità e gli effetti Bokeh da 32 (Samsung GD1, 50 mm di lunghezza focale, pixel grandi 1.6 micron, f/2.0), e quello ultra grandangolare (112°) da 8 megapixel (16 mm di lunghezza focale, f/2.2) utilizzabile anche per macro da 2.5 cm.

Nel quasi gemello V30, invece, è presente una tripla fotocamera con gli stessi sensori del Pro, tranne il mancante teleobiettivo periscopico, attrezzata con uno zoom quindi “solo” da 20x ma rinfrancata da scatti in modalità ritratto degni d’una reflex DSLR. In ambedue i modelli, il costruttore, ha attivato diverse ottimizzazioni software, come la Hyper HDR, per foto ottimali in qualsiasi condizione di luce, modalità notturna Super Night 2.0, modalità Super Moon (resa della luna migliorata combinandola con quella dello scenario), tracciamento degli occhi, effetti AI based.

Lato hardware, ad animare ambedue i Vivo X30 ed X30 Pro opera il processore octacore (2.2 GHz) Samsung Exynos 980, provvisto della più potente (del 20%) architettura ARM A77, messo in coppia con la GPU Mali-G76 MP5 ma, soprattutto, integrato con un modem per il 5G dual mode (standalone e non) capace di portare a una connessione di 3.55 Gbps. Onde evitare che la menzionata connessione ultraveloce, o che la carica rapida (a 33W via Type-C) della batteria da 4.350 mAh, facciano stazionare un calore eccessivo, la dissipazione dello stesso è stata affidata a un condotto piatto provvisto di gel. Ovviamente, non manca un ampio assortimento di connettività, col Dual SIM, il Bluetooth (A2DP) 5.0, il Wi-Fi ac dual band, l’NFC, il GPS (A-GPS, BDS, Galileo, Glonass).

Sul versante software, è presente l’interfaccia FuntouchOS 10, basata su Android Pie, con scorciatoie per generare segnalibri flottanti, multi-turbo per il gaming, e condivisione smart (con quest’ultima, alla ricezione di una chiamata, si potrà sharare il gioco con un amico, che verrà in supporto sino a quando non si metterà giù la telefonata). 

Allestiti nelle colorazioni – gradientate con riflessi – pesca, argento lilla, e nero, il Vivo X30 è prezzato a 3.298 yuan (423 euro, data ignota) per la configurazione da 8+128 GB ed a 3.598 yuan (461 euro, dal 28 Dicembre) per quella da 8+256 GB, mentre il V30 Pro da 8+128 costerà 3.998 yuan (512 euro, dal 24 Dicembre) e quello da 8+256 GB richiederà 4.298 yuan (552 euro, dal dal 28 Dicembre). A Febbraio, infine, arriverà in commercio un modello personalizzato dal designer Alexander Wang.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Caspita se si è fatto attendere quest'evento di Vivo: stupendi i due telefoni presentati, che rendono la fascia media incredibilmente allettante, sia per il 5G, che per il setting della fotocamera posteriore. Unico neo, a voler essere proprio pignoli, è nella versione di Android, ancora Pie, benché è probabile che Ten sia dietro l'angolo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!