Iscriviti

Umidigi Power: battery phone all’esordio, con maxi batteria e modulo NFC per i pagamenti contactless

Con l'intenzione di ampliare la propria offerta, il produttore cinese Umidigi si lancia nell'affollato segmento degli smartphone iper autonomi, varando la gamma Power e, all'interno di questa, il suo primo medio-gamma low cost con NFC e dual postcamera.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 11 aprile 2019, alle ore 13:34

Mi piace
10
0
Umidigi Power: battery phone all’esordio, con maxi batteria e modulo NFC per i pagamenti contactless

Nel mentre continuano le promozioni riguardanti l’ultimo low cost del brand, Umidigi ha sfoderato un nuovo ed inedito battery phone, l’Umidigi Power, con maxi batteria al servizio anche dei pagamenti contactless. 

Aggiornamento di un modello dello scorso Settembre, l’Umidigi A3 Pro continua a riscuotere un buon successo di mercato, forte del suo design alla moda (notch a goccia), del sottile (in-cell) display HD da 5.7 pollici, di un buon comparto fotografico (12+5 megapixel dietro, 8 davanti con in più il Face Unlock), anche in ragione di un comparto logico (MediaTek MT6739 a 4 core con 3 GB di RAM e 32 GB espandibili di storage) che appare adeguato a far girare, per diverse ore della giornata (3.300 mAh), le principali applicazioni di Android Oreo 8.1, godendo di una connettività stabile in casa (Wi-Fi n dual band) e veloce outdoor (4G con supporto alla banda 20), anche nell’ascoltare la musica preferita in cuffia (jack da 3.5 mm). Attualmente, lo smartphone in questione è commercializzato (persino su Amazon, con conseguente garanzia italiana) ad uno street price che oscilla tra i 95 ed i 99 euro, con occasionali comparsate anche a 79. 

La vera novità del listino Umidigi, però, è un’altra, e si sostanzia nell’arrivo del primo battery phone del costruttore cinese, inserito nell’apposita ed esordiente gamma Power. Umidigi Power, secondo i dati forniti, arriverà in commercio dal 22 Aprile a circa 160 euro, portandosi dietro un look con notch a goccia molto delicato (come nell’Essential PH-1) al cui interno è presente una notevole selfiecamera da 16 megapixel.

Niente scanner sotto schermo, per il display FullHD+ da 6.3 pollici realizzato con tecnologia LTPS: per autenticarsi e mettere in sicurezza le transazioni, magari contactless grazie al modulo NFC, bisogna guardare sul retro dell’Umidigi Power, allo scanner per le impronte, posto al centro, laddove – invece – la doppia fotocamera, da 16 (f/1.8) + 5 megapixel, dotata di Flash LED, campeggia verticalmente in alto a sinistra.

Trattandosi di un battery phone, la batteria dell’Umidigi Power non si fa mancare né la capienza, da 5.150 mAh, né la ricarica rapida (a 18W, come nel Nokia X71), fornendo tutto quel che serve, energeticamente, al comparto logico, formato dall’octa-core MediaTek Helio P35 messo in tandem con RAM e storage rispettivamente da 4 e 64 GB. Il sistema operativo, infine, corrisponde ad una versione praticamente stock di Android Pie

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Normalmente, quando si tratta di smartphone con batterie così capienti, è lecito aspettarsi dei mattoni non indifferenti. Umidigi non ha ancora svelato le dimensioni del suo primo Umidigi Power ma, da quel che si vede in Rete, la magia sembra essere riuscita, con un device che sembra molto maneggevole, oltre che alquanto bello a vedersi. Il prezzo appare adeguato ad un hardware che dovrebbe garantire un'esperienza fluida, anche considerando che 4 GB di RAM non sono proprio pochi: peccato per la fotocamera di default, intesa come app, affidata come di consueto a MediaTek.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!