Iscriviti

TIM potrebbe estendere il contributo di attivazione anche per le nuove rateizzazioni: ecco tutti i dettagli

Si tratta di una novità emersa nel corso delle ultime ore (per ora non ancora resa ufficiale da TIM). Pare che il colosso delle telecomunicazioni, a partire dal prossimo 29 Aprile, potrebbe introdurre un contributo di attivazione per le nuove rateizzazioni.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 26 aprile 2019, alle ore 08:29

Mi piace
4
0
TIM potrebbe estendere il contributo di attivazione anche per le nuove rateizzazioni: ecco tutti i dettagli

Una componente fondamentale del mercato delle telecomunicazioni è rappresentata, senza ombra di dubbio, dalla vendita a rate di smartphone. Tali formule consentono di acquistare un bene spesso molto costoso suddividendo il prezzo finale in tante rate, da pagare seguendo differenti logiche. Come avrete intuito, la notizia di oggi riguarda un’importante modifica ad opera di TIM che impatterà, seppur relativamente poco, sul prezzo finale richiesto da queste formule di rateizzazione.

Sebbene non si tratti ancora di una modifica ufficialmente introdotta da TIM, sembra concreta la possibilità che l’operatore di telecomunicazioni possa introdurre un nuovo costo, denominato contributo di attivazione, che si aggiungerebbe al prezzo finale richiesto per acquistare uno smartphone. Stando alle indiscrezioni, tale contributo dovrebbe incrementare di 9,99 euro l’esborso economico richiesto per nuove rateizzazioni.

Quindi, se fino ad oggi le rateizzazioni sono composte da una serie di rate da pagare una per mese e da un eventuale anticipo da pagare subito, potrebbe essere introdotto un nuovo costo che non dipende dallo smartphone scelto e da cui non sarebbe possibile esimersi. Ribadiamo infatti che tale contributo non sostituisce ma, anzi, si aggiunge all’anticipo normalmente richiesto per iniziare una formula di rateizzazione.

Quali sono, per il momento, gli smartphone più interessanti da acquistare a rate?

Concludiamo, quindi, dando uno sguardo alle migliori offerte per smartphone presentate da TIM a tutti i già clienti. Iniziamo con Honor View 20 e Huawei P30, entrambi proposti con un anticipo di 29 euro oltre a 30 rate da 15 euro l’una da pagare ogni mese. Sempre in casa Huawei abbiamo il Mate 20 e Mate 20 Pro, con un valore delle rate che ammonta rispettivamente a 20 e 30 euro (sempre per 30 mesi) e ad un anticipo richiesto pari a 99 euro e 89 euro. 

Per i clienti TIM più giovani, invece, rappresentano delle ottime proposte sia il Samsung Galaxy A7 che Huawei P20 lite. Entrambi gli smartphone prevedono un anticipo di 59 euro e una serie di 30 rate da 3 euro l’una, da addebitare tassativamente su una carta di credito.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Il nuovo rincaro richiesto da TIM, seppur non sia ancora da dare per certo, potrebbe non piacere ai già clienti dell'operatore. Sebbene si tratti di una cifra irrisoria, in certi casi potrebbe rendere meno conveniente una formula di rateizzazione rispetto ad un acquisto unico completato presso un e-commerce. Insomma, resta da vedere se questa nuova regola entrerà in vigore e se, nel caso, sarà ben accetta o meno da parte dei clienti TIM.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!