Iscriviti

OnePlus 10T: ecco il top gamma per il gaming senza Alert Slider ma con super carica

Il da poco conclusosi evento BBK Electronics tenutosi a New York sotto la direzione del co-founder di OnePlus Pete Lau, ha permesso di apprezzare il nuovo top gamma OnePlus 10T, senza compromessi, ma con anche meno carisma nel look.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 3 agosto 2022, alle ore 18:55

Mi piace
1
0
OnePlus 10T: ecco il top gamma per il gaming senza Alert Slider ma con super carica

Ascolta questo articolo

Nel mentre il brand cugino Oppo ha presentato la versione 4G del suo A77, OnePlus, sempre di BBK Electronics, ha annunciato il top gamma OnePlus 10T, evoluzione del modello OnePlus 10 Pro, seguito di un OnePlus 9T mai uscito, essendo stato cancellato lo scorso autunno.

OnePlus 10T (163×75.37×8.75 mm per 203,5 grammi) ha una scocca protetta dal vetro Gorilla Glass 5 davanti (con anche un trattamento anti-riflesso e oleofobico) e dietro, redatto nei colori Black e Jade Green: vi sono sufficienti protezioni gommate per desumere una buona resistenza all’acqua, anche a fronte dell’assenza di una certificazione IP. Lo scanner per le impronte digitale non si trova sul frame laterale, piatto, ma sotto lo schermo: sparisce anche l’Alert Slider per tacitare le notifiche (per far spazio a un sistema di antenne particolare e a una ricarica fulminea, come evidenziato più avanti).

Il display dell’OnePlus 10T è un fluid AMOLED da 6.7 pollici, in FullHD+ (2412×1080 pixel) secondo un aspect ratio a 20,1:9, con sino a 120 Hz (partendo da 60, 90) di refresh rate, sino a 1.000 Hz di touch sampling, supporto all’HDR10+, profondità colore a 10-bit, gestione dei color gamut sRGB e DCI-P3 (100%), miglioramenti visivi via Image Sharpener e Video Color Enhancer. La selfiecamera anteriore nel foro in alto è da 16 megapixel (apertura focale f/2,4, lunghezza focale corrispondente a 25,8mm, stabilizzazione elettronica). 

Dietro, in una sorta di inserto che parte da sinistra, senza la certificazione Hasselblad, opera una tripla fotocamera, in cui, al sensore macro (tra 2 e 4 cm) da 2 megapixel ed all’ultragrandangolare (119.9°) da 8 megapixel (pixel da 1.12 micrometri, f/2.2), si affianca il sensore (1/1,56″, 23,6mm di lunghezza focale equivalente) principale da 50 megapixel (Sony IMX766, f/1.8, pixel da 1 micrometro, stabilizzazione elettronica e ottica, messa a fuoco SAF con PDAF e CAF, video anche in 4K@60fps). Lato audio vi sono due speaker stereo con Dolby Atmos e la cancellazione del rumore a favore della sezione microfonica.

Per il SoC, il costruttore ha scelto il Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1, meglio capace nella gestione delle temperature rispetto al modello base dello medesimo processore: grazie alle opzioni di RAM LPDDR5, che arriva sino a 16 GB, è possibile eseguire senza interruzioni nei passaggi 35 applicazioni in contemporanea. Nello specifico, la memoria per il multitasking prevede 8 – 12 (in India) – 16 GB mentre lo storage UFS 3.1 è da 128 o 256 GB. Sul piano dissipativo termico interviene il next gen cooling system con un’ampia vapor chamber a 8 canali e un sistema multi-strato comprensivo di un film di grafite 3D (accreditato del 50% di miglior dissipazione termica di un normale foglio di grafite).

La batteria dell’OnePlus 10T, da 4.800 mAh, grazie al SuperVOOC Endurance Edition da 150W, si carica del tutto in 19 minuti, e assicura fino a un giorno di energia in 10 minuti, grazie alla suddivisione in due celle gemelle da 2.400 mAh, ciascuna rifornita da una pompa di calore da 75W: secondo l’azienda, grazie allo Smart Battery Health Algorithm (che rigenera gli elettrodi durante la carica e regola con precisione l’erogazione del flusso di corrente dal caricatore incluso, da da 160W), si ottiene che dopo 4 anni e 1.600 cicli di carica l’efficienza energetica della batteria rimanga all’80%.

Passando alle connettività, l’OnePlus 10T propone il Dual SIM, il 5G SA/NSA, il Bluetooth 5.3 (presente anche negli auricolari Oppo Enco Free 2i appena arrivati in Italia), il Wi-Fi 6, l’NFC, il GPS (Beidou, Galileo dual band, Glonass), e la microUSB Type-C 2.0. Secondo l’azienda, è presente un sistema di antenne a 360° per assicurare una stabilità di connessione indipendentemente da come si impugna il device, mentre la funzione Smart Link migliora nelle aree congestionate a livello di rete la velocità di upload e i segnali, e la funzione AMP scongiura le interferenze tra Bluetooth e Wi-Fi. 

Animato da Android 12 sotto l’interfaccia OxygenOS 12.1 (HyperBoost Gaming Engine con GPA 3.0. schermata di blocco Work Life Balance, Zen mode), nonostante sia appena arrivata la OxygenOS 13 (con design Aquamorphic, Sidebar Toolbox, Fast Pair, Nearby Share, Private Safe 2.0, Audio Switch, App Streaming, audio spaziale, Smart Launcher, etc), l’OnePlus 10T potrà essere comprato dal 25 Agosto a 719 euro per 8/128 GB ed a 819 euro per 16/256GB: i pre-ordini si aprono l’11 Agosto, con varie promo per chi eseguirà la prenotazione sul sito oneplus.com. BBK ha in programma di distribuire, per 59.99 euro, anche il caricatore SuperVOOC da 80W, con carica completa in 29 minuti, al 50% in 11 minuti, disattivazione della carica riscontando +40° di temperatura, e supporto al PD ad esempio per caricare i portatili o le consolle. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Insomma, la presentazione dell'OnePlus 10T si è rivelata essere effettivamente interessante. Il nuovo arrivato ha un buon rapporto in relazione al prezzo, risultando completo in tutto, adattissimo al divertimento, con un occhio di riguardo alla durata dell'hardware e del software (3 major update, 4 anni di aggiornamenti di sicurezza). Peccato per l'Alert Slider.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!