Iscriviti

Star Lite MK III: in arrivo il nuovo portatile Linux based, da 11.6 pollici

Schedulato per dopo l'estate, è stato da poco presentato un nuovo portatile per l'operatività base, lo Star Lite MK III con 7 ore di autonomia, display FullHD IPS, touchpad in vetro, tastiera retroilluminata, animato da diverse distribuzioni di Linux.

Hi-Tech
Pubblicato il 27 luglio 2020, alle ore 09:43

Mi piace
7
0
Star Lite MK III: in arrivo il nuovo portatile Linux based, da 11.6 pollici

Assieme ai grandi marchi (es. DELL col recente XPS 13 Developer Edition), anche i piccoli brand dell’hardware (es. Entroware, Slimbook, e Tuxedo) si stanno cimentando con successo nella realizzazione di portatili Linux based di buona fattura e con soddisfacenti prestazioni, come da qualche giorno confermato dalla britannica Star Labs con l’inedito e molto autonomo (7 ore) Star Lite MK II, pre-ordinabile sin da ora (partendo da 447.42 euro, con spedizioni a Settembre, in due tranche).

Erede del modello dello scorso Novembre, (28.30 x 19.20 x 1.36 cm, per 0.9kg), lo Star Lite MK III sempre molto portale, tanto da poter essere tenuto agevolmente sulle ginocchia in bus o treno, o riposto in uno zaino, si avvale di un display LCD IPS (178°), retroilluminato a LED, da 11.6 pollici, risoluto in FullHD (190 PPI) secondo l’aspetto panoramico a 16:9, dotato di trattamento anti-riflesso, e di un vetro protettivo di grado 3H. La webcam, soprastante, è una HD a 480p coadiuvata da due microfoni e da un paio di speaker stereo migliorati.

In fase di digitazione, il corpo macchina può contare su una tastiera retroilluminata, con un ampio touchpad rivestito in vetro e più preciso: ai lati, sono presenti due porte USB Type-A, di cui una 3.0, una Type-C (con Display Port e Power Delivery, per la ricarica della batteria, da 30.4 Wh, anche dall’alimentatore Type-C da 60 watt), un lettore di microSD, un jack da 3.5 mm, ed una micro HDMI

Motore trainante dello Star Lite MK III è il processore quadcore Intel Pentium N5000, da 1.1 a 2.7 GHz il Turbo Boost, abbinato a una GPU integrata Intel UHD 605 (decoding di video sino al 4K@30fps), con il supporto di 8 GB di RAM (LPDDR4, a 2.400 MHz di banda passante): lo storage SSD, con interfaccia SATA, può essere scelto nelle pezzature da 240, 480 e 960 GB, sempre con Over-Provisioning quale cache per supportare e sprintare ulteriormente le velocità di lettura (560 MB/s) e scrittura dei dati (540 MB/s). 

Sul versante delle connettività, lo Star Lite MK III integra il Bluetooth 5.1 ed il Wi-Fi ac e può essere settato, a scelta, con Ubuntu 20.04 LTS, elementary OS 5.1.5, Manjaro 20.0, Linux Mint 20, Zorin OS 15.2 (con ambiente desktop à la Windows), sempre curando la sicurezza grazie alla possibilità di spegnere il Wi-Fi, la webcam, e di disattivare l’Intel Management Engine (la backdoor per la gestione remota dai responsabili IT aziendali). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il grande attivismo di Star Labs sembra destinato a crescere durante quest'estate, in modo da ampliare il listino del notebook Linux based sia per il ritorno a scuola che per quello in ufficio, senza dimenticare, però, che saranno ancora molte le aziende che opteranno per lo smart working, rendendo necessario dotarsi di un laptop più potente da tenere in casa. Proprio come nella fattispecie dello Star Lite MK III.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!