Iscriviti

Tuxedo Pulse 15: ufficiale il notebook open source super personalizzabile

Da Ferragosto arriva in commercio, con qualche settimana necessaria ad essere assemblato, il nuovo portatile di Tuxedo Computers, noto come Pulse 15 che, oltre a essere gestibile con sistemi operativi Open Source, è configurabile a diversi livelli.

Hi-Tech
Pubblicato il 24 luglio 2020, alle ore 08:58

Mi piace
7
0
Tuxedo Pulse 15: ufficiale il notebook open source super personalizzabile

Sempre più hardware house, mettendo da parte Windows, iniziano a proporre soluzioni alternative, con ChromeOS o Linux. La tedesca Tuxedo Computers, andando oltre, propone di default hardware open source, come il nuovo portatile Tuxedo Pulse 15, proposto (dalla metà di Agosto) a partire da 896.81 euro.

Somigliante al passato Tuxedo Book BA15, il nuovo Pulse 15 ha un telaio in lega di magnesio (356 x 234 x 17 mm, per 1.5 kg) dal look minimale ed essenziale: le cornici strette, attorno al luminoso (321 nits) display LCD IPS da 15.6 pollici, FullHD, con elevata copertura (100%) dello spazio colore sRGB, permettono d’alloggiare in alto una webcam HD con microfono integrato, supportata nelle videochiamate da 2 speaker da 2 W ciascuno. Ai lati, sotto una tastiera retroilluminata con ampio touchpad, il corpo macchina propone diverse porte, tra cui un lettore di schede SD, un jack da 3.5 mm, una porta Ethernet Gigabit LAN, 3 USB 3.2 (di cui una Type-C con Power Delivery ma senza Display Port), una USB Type-A 2.0, ed una HDMI per connettere un secondo monitor, esterno. 

Rispetto al modello precedente, il nuovo Tuxedo Pulse 15 adotta, tra i primi in tal senso, soluzioni AMD Ryzen 4000. In sede di configurazione, l’utente potrà scegliere, sempre con 45 W di TDP, tra un processore Ryzen 5 4600H (esacore a 12 thread da 3 a 4 GHz) ed un Ryzen 7 4800H (octacore a 16 thread, da 2.9 a 4.2 GHz), supportati, rispettivamente, dalle schede grafiche RX Vega 6 ed RX Vega 7.

Per la RAM, capace di arrivare sino a 64 GB massimi, la scelta ricade su una DDR4 da 2666 MHz o una da 3200 MHZ di banda passante mentre, in sede di storage, col clou in 2 TB di capienza, è messo a disposizione uno slot per un SSD M.2 con interfaccia SATA III o PCIe NVMe. Il sistema di dissipazione del calore spetta alle ventole la cui velocità di rotazione, onde ottenere il livello di silenziosità desiderata, può essere gestito dal TUXEDO Control Center

Provvisto di una batteria a 4 celle da 91.25 Wh, capace di 20 ore di stand-by o di 10 ore di operatività con visualizzazione dei video a 1080p e luminosità dello schermo a 150 nits, il portatile Pulse 15 di Tuxedo integra le connettività senza fili Wi-Fi ax/6 e Bluetooth 5.1, affidando il coordinamento delle risorse hardware al sistema operativo, a scelta tra Ubuntu 20.04 LTS 64-bit, openSUSE 15.1 con ambiente desktop KDE/GNOME/Xfce, Tuxedo OS 20.04 LTS 64-bit proprietario e, con una maggiorazione sul prezzo (da circa 96 a pressappoco 154 euro), Windows 10 Home o Pro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Avendo avuto in passato un DELL personalizzabile in ogni modo possibile, apprezzo sempre molto i produttori di computer che consentono un'ampia customizzazione delle specifiche hardware. Tuxedo è tra queste e, addirittura, col Pulse 15, consente di ridurre il prezzo di partenza, non molto basso, rinunciando al sistema operativo ed alla schedina per le connettività senza fili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!