Iscriviti

Smart TV: Samsung ufficializza i modelli QLED 8 e 4K per il mercato europeo

Samsung, il colosso coreano della tecnologia (personale, business, e casalinga), prosegue ancora le presentazioni in ambito televisivo e, dopo gli annunci del CES 2019, in Portogallo cala i veli sulle nuove TV QLED 8 e 4K previste per il mercato europeo.

Hi-Tech
Pubblicato il 14 febbraio 2019, alle ore 09:54

Mi piace
9
0
Smart TV: Samsung ufficializza i modelli QLED 8 e 4K per il mercato europeo

Al recente CES 2019, Samsung ha svelato non poche novità relative all’ambito televisivo (es. tv che sembrano quadri, o modulari), serbando però delle primizie destinate all’Europa alla kermesse “Samsung Forum 2019” appena tenuta in Portogallo, ad Oporto. Nello specifico, le presentazioni si sono concentrate su modelli QLED 8K (7680 x 4320 pixel) e 4K, sempre con supporto garantito all’HDR10+.

Ad accomunare i nuovi QLED del 2019 sarà la decisa apertura verso il mondo Apple, con la possibilità di streammare i contenuti dagli iPhone o dai Mac via AirPlay2, e l’integrazione dell’applicazione iTunes, di modo che sia possibile accedere alla propria libreria multimediale (comprando anche nuovi film) senza connettere un Apple TV. Non mancherà l’attenzione al mondo del gaming, con i fenomeni del tearing e dello stuttering prevenuti (grazie al FreeSync di AMD) tramite il variabile refresh rate, i migliori setting automatici ottenuti in virtù dell’Auto Game Mode, e – via Game Motion Plus – i maggiori dettagli nelle immagini movimentate. 

Quanto agli assistenti virtuali, di default è presente solo il proprietario Bixby (via microfono ad ampio raggio integrato nel telecomando OneRemote) ma, in ogni caso, disponendo di un Amazon Echo, o di un Google Home, i comandi vocali potranno essere adoperati anche per sfruttare i maggiordomi virtuali Alexa ed Assistant

Nel caso della risoluzione 8K, in un design uguale a quello della serie Q900, arriva la nuova gamma Q950R, di nuovo con processore in grado, via intelligenza artificiale, di scalare all’8K le risoluzioni meno nobili, dopo aver analizzato, in tempo reale, fotogramma per fotogramma, il flusso video trattato. Presenti i tagli da 55/65/75/82/98”, la tecnologia Ultra Viewing Angle interviene a ridurre i riflessi e a migliorare la visuale periferica, mentre l’implementazione dell’HDMI 2.1 consente di usufruire di segnali video anche in 8K/60p (opzione mancante nei precedenti Q900R che, però, potranno beneficiarne grazie all’upgrade gratuito del box connettivo esterno One Connect Box.

Per quanto riguarda il 4K UHD, in ordine di prestazioni, arriveranno le serie Q90R, Q85R, Q80 (non in Italia), Q70R, Q60R, gestite dal Quantum Processor degli 8K cui, oltre al compito di upscalare la risoluzione al 4K, spetterà anche l’elaborazione del segnale audio e, come nel Patch Wall di Xiaomi, il suggerimento di programmi personalizzati all’interno della Universal Guide.

Chip nevralgico a parte, i nuovi QLED 4K di Samsung (con la sola eccezione dei Q60R,) abbandoneranno l’illuminazione periferica LED Edge e, al prezzo di qualche cm di spessore in più, introdurranno la totale retroilluminazione Full LED (bianchi più luminosi non a detrimento dei neri), pur non precisando, per ogni modello, quante saranno – di preciso – le zone di retroilluminazione (in ogni caso, ogni modello le raddoppierà rispetto a quello che segue). Gli angoli di visuale saranno sempre eccellenti, pur nella più modesta tecnologia Wide Viewing Angle e, inoltre, sempre i modelli menzionati si avvarranno anche di un migliorato Ambient Mode, con più stili (oltre 60) e dinamiche (quanto a visualizzazione delle informazioni) nella riproduzione dello sfondo della parete circostante, impreziosito anche con un sensore di luminosità che renderà il risultato più credibile e meno impegnativo energeticamente. 

Poche, infine, le informazioni sulla distribuzione dei nuovi QLED (tecnologia, nel 2019, in arrivo anche sulle avveniristiche Tv The Serif e The Frame) che, comunque, dovrebbero iniziare ad arrivare nei negozi tra fine Marzo e inizio Aprile. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ormai, i contenuti televisivi e degli streaming online stanno abbandonando del tutto la risoluzione standard e, di conseguenza, è necessario adeguare la tecnologia delle proprie TV al più moderno QLED, meglio ancora se con retroilluminazione totale. Ottima la serie di diagonali proposte, ed anche l'incremento delle funzionalità smart, sebbene i più appassionati del settore apprezzeranno anche gli ottimi angoli di visuale delle TV citate, l'egregio scaling delle risoluzioni basse, e piccole chicche come il rinnovato Ambient Mode e le feature pro gaming.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!