Iscriviti

Skyworth e Vu Tecnologies si sfidano a suon di smart tv premium

Il dinamico mercato delle smart TV ha conosciuto una singolare sfida a distanza, con Skyworth che ha proposto televisioni intelligenti anche con monitor secondario, e Vu Technologies che ha declinato in salsa low cost il concetto di tecnologia premium.

Hi-Tech
Pubblicato il 3 marzo 2020, alle ore 00:01

Mi piace
6
0
Skyworth e Vu Tecnologies si sfidano a suon di smart tv premium

Gran parte delle TV ormai immesse sul mercato appartiene al genere smart, visto il desiderio degli utenti di poterne fare una consolle, un hub per la domotica, ed un media-box per i propri contenuti multimediali preferiti. Alle spalle dei brand più famosi, da qualche tempo si sono affiancati due emergenti (sul piano internazionale) marchi, rappresentati dalla cinese Skyworth e dalla californiana Vu Tecnologies. 

Nota ai più per una collaborazione con Amazon nella realizzazione di alcune Fire TV destinate alla Cina, il colosso della tecnologia asiatica,  Skyworth, stimato 19 miliardi di dollari nel Marzo 2019, attualmente capace di impiegare 400 mila dipendenti in tutto il mondo, ha annunciato la serie di TV ultrapiatte (4.6 mm), quasi wallpaper, W81, disponibili sia in versione standard (da 65 pollici, a 3.599 dollari) che in versione Pro (da 65” a 4.599 dollari e da 77” ad un prezzo ancora ignoto) con, nel secondo caso, una soundbar con diverse porte (anche HDMI) e speaker Dolby Atmos rivolti verso l’alto, dalla quale si eleva un mini-display da 21 pollici, per mostrare le segnalazioni dalla domotica di casa, l’ora, la data, ed il meteo.

Assieme alla serie W81, provvista di pannelli OLED forniti da LG Display, Skyworth ha annunciato anche la serie Q91, con retroilluminazione full array a 576 zone per il pannello LCD IPS da 75 pollici (5.999 dollari), che mutua dalla precedente, oltre agli speaker rivolti verso l’alto, con ottimizzazione Dolby Atmos, anche il supporto agli standard Dolby Vision/HDR10 e una webcam con meccanismo pop-up: di base, la serie in oggetto è motorizzata da un processore con AI in grado di convertire i segnali video ricevuti in risoluzione 8K, elevandone anche il framerate (a 120 fps), e supporta una tecnologia di filtraggio della luce blu, tarpandone le relative lunghezze d’onda.

La californiana Vu Technologies ha annunciato una serie di premium TV, da 32′‘ (135 euro, o 10.999 rupie) e 43” (246 euro, o 19.999 rupie), accomunate strutturalmente da un supporto VESA per l’attacco alla parete e dai consueti piedini di appoggio sulle superfici piane: il modello più piccolo ha una risoluzione HD ed un’emissione audio da 20W, mentre il modello più grande arriva sino al FullHD di risoluzione ed a 24W di potenza sonora.

Ambedue i modelli integrano, lato software, 7 modalità di equalizzazione delle immagini e, lato hardware, un processore a quattro core, una scheda grafica a due core, 1 GB di RAM ed 8 GB di storage, più che sufficiente per il sistema operativo Android TV a base Pie 9.0.

Dotate di connettività senza fili (Wi-Fi e Bluetooth 5.0) e cablate (LAN), sul retro, nascondono diverse porte, tra cui un’uscita audio ottica, due HDMI, ed altrettante USB per collegare magari un hard disk o una pennetta colma di contenuti. Altre fonti, per le premium TV di Vu Technologies, arrivano dall’integrazione di Chromecast, per il mirroring da smartphone e PC, e dal supporto agli streaming on demand di Netflix, Amazon Prime Video, e YouTube

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Indubbiamente, Skyworth e Vu hanno concetti differenti di premium TV, come si può vedere dal diverso livello dei rispettivi listini: ciò nonostante, anche le smart TV californiane non difettano di qualche motivo d'interesse, essendo piuttosto complete ed equilibrate sul piano delle specifiche hardware (per altro inclusive di Google Chromecast) messe in campo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!