Iscriviti

Samsung: dal CES 2020 i display curvi e avvolgenti Odyssey per i gamers

Continuano le anteprime in casa Samsung che, preparandosi alla sua comparsata in occasione del CES 2020 di Las Vegas, manda in avanscoperta le anticipazioni relative ai nuovi display per gamers della serie Odyssey, con curvatura a 1000R.

Hi-Tech
Pubblicato il 6 gennaio 2020, alle ore 00:36

Mi piace
5
0
Samsung: dal CES 2020 i display curvi e avvolgenti Odyssey per i gamers

In vista dell’imminente CES 2020, Samsung – che pure ha anticipato un ultrabook, un frigo smart e due top gamma telefonici accessibili e una TV senza cornici – ha svelato in anteprima (al netto delle info su prezzi e distribuzione precisa, riservate alla kermesse) anche alcune periferiche destinati ai gamers, sostanziate nei nuovi display QLED della gamma Odyssey, caratterizzati da un impressionante valore di curvatura – 1000R – atto a garantire un esaltante senso di immersività.

Odyssey G9, con una diagonale di 49 pollici declinata secondo un aspetto panoramico a 32:9, non costringe il gamers a dover scegliere tra immagini molto definite, assicurate dalla risoluzione DQHD (5120×1440 pixel), e la fluidità delle stesse, stante un tempo di risposta di 1 ms e un refresh rate di 240 Hz.

Luminoso, come confermato dal valore di 1000 cd/m2 garantito dal Quantum Dot quale metodo di retroilluminazione, ma anche rispettoso della vista, in virtù della certificazione Eye Comfort fornita dall’ente TÜV Rheinland, l’Odyssey G9 vanta anche il supporto a Nvidia G-Sync e FreeSync 2 e, sul retro, in bianco candido, ha un anello capace di illuminarsi secondo 5 effetti che combinano 52 colori. 

Nel caso del rimanente Odyssey G7, le diagonali proposte sono da 32 e 27 pollici, con conseguente aspetto panoramico ridotto a 16:9. Dal punto di vista della qualità visiva, la risoluzione è WQHD (quindi pari a 2560 x 1440 pixel) mentre la luminosità cala a 600 cd/m2, comunque adeguata per un buon gaming: scontate le restanti specifiche tecniche in comune col G9 (compresa la Display Port 1.4), esteticamente parlando, invece, emerge qualche differenza in più.

In primis, il Samsung Odyssey G7 ha una cornice frontale capace di illuminarsi mentre il retro, in questo caso, è nero e ha una tecnologia di illuminazione dell’anello di collegamento che può sincronizzarsi col gameplay, essere statica, o essere programmata dal gamers secondo le proprie esigenze e preferenze. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Caspita: è da poco che mi interesso di alcune periferiche come nel caso dei display, ma questi Odyssey di Samsung sono davvero suggestivi! Esteticamente sono belli, con forme armoniche, cui gli effetti d'illuminazione donano quel qualcosa in più: ottima la qualità grafica, e coinvolgente - in tutti i sensi - quella curvatura che avvolge l'utente pur senza ricorrere alla realtà virtuale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!