Iscriviti

Realme Band: ufficiale la prima smartband low cost dello spin-off di Oppo

Nonostante l'evento fosse stato dedicato agli smartphone Realme 6 e 6 Pro, lo stesso è stato aperto dai vertici di Realme con la presentazione della prima smartband del marchio che, nota come Realme Band, si appresta a dar filo da torcere ai big del wearable.

Hi-Tech
Pubblicato il 5 marzo 2020, alle ore 12:46

Mi piace
9
0
Realme Band: ufficiale la prima smartband low cost dello spin-off di Oppo

Non solo smartphone: nel corso dell’evento che ha visto protagonisti i medio-gamma Realme 6 e 6 Pro, BBK Electronics ha portato alla ribalta anche il primo wearable da polso del sotto-brand di Oppo, battezzandolo (senza troppa enfasi) semplicemente Realme Band.

Realme Band, varata per contrastare il successo delle rivali Honor band 5Xiaomi Mi Band 4, espone alla vista un display LCD (da 0.96 pollici, a colori, risoluto in 80 x 160 pixel) dal vetro curvo e con i lati corti squadrati, ricordando – in tal senso – sia la Microsoft Band che il Fitbit Charge 3. La parte bassa del frontale presenta un pulsante soft touch che, premuto rapidamente, fa partire l’attività sportiva scelta, mentre – tenuto lungamente pigiato – (secondo Dailyhunt) consente di rifiutare una chiamata. 

Di base, connessa allo smartphone mediante il Bluetooth, la Realme Band ne riceve gli SMS, le notifiche dalle app o dalle chiamate in arrivo, e consente anche di sbloccarlo ma – trattandosi di un wearable a vocazione sportiva, come confermato anche dalla sua impermeabilità IP68 – è sul fitness tracking che dà il meglio di sé.

In tal senso, l’accelerometro ed il cardiofrequenzimetro permettono alla Realme Band di analizzare il sonno, di ricordare quando alzarsi per fare movimento o bere, e offrono feedback tangibili (i passi fatti, le distanze coperte, le calorie bruciate, il battito cardiaco) nelle varie attività sportive coperte, ben 9, tra cui nuoto, camminata, ciclismo, corsa, arrampicata, escursionismo, sollevamento pesi, yoga, spinning e, visto il mercato indiano d’esordio (a circa 18 euro, o 1.499 rupie), cricket.

Grazie al modesto storage integrato, la Realme Band custodisce i dati di 3 differenti attività sportive ma, ricorrendo alla companion app Realme Link, usabile anche per cambiare le watch face (dial faces), è possibile analizzare il tutto con maggior compiutezza statistica. Lato autonomia, la Realme Band 5 dispone di una batteria da 90 mAh, che assicura financo una decina di giorni di autonomia, trascorsi i quali basta sfilare il cinturino in TPU colorato (giallo, nero, verde) per scoprire una USB Type-A con cui caricare il tracker sia al caricatore da muro che al computer. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Perbacco: a 18 euro Realme non solo mantiene inalterata la sua fama di produttore tecnologico economico, ma dà anche molto filo da torcere alle rivali più vendute nel settore, come Xiaomi e Huawei. Di base, Realme Band non vanta una particolare originalità, ma è completa, impermeabile, autonoma, e si ricarica in modo molto facile, senza dover disporre di appositi cavi o pad.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!