Iscriviti

PineNote: ufficiale l’ebook reader open con Linux e penne capacitive

In arrivo tra qualche mese, entro il 2021, il nuovo ebook reader PineNote animato da Linux offrirà agli utenti anche il supporto alle penne capacitive per prendere appunti, oltre all'emulazione delle applicazioni di Android.

Hi-Tech
Pubblicato il 17 agosto 2021, alle ore 00:30

Mi piace
1
0
PineNote: ufficiale l’ebook reader open con Linux e penne capacitive

Pine, azienda cinese di Hong Kong attiva nei pc single board in stile Raspberry Pi, ma da qualche tempo espansasi anche in tablet, notebook, e smartphone open source, ha annunciato l’ampliamento del proprio listino con un nuovo prodotto, un ebook reder, le cui prime spedizioni avverranno verso fine anno al prezzo di 399 dollari (pressappoco 339 euro).

Il PineNote, questo il nome del prodotto, avrà uno chassis in lega di magnesio (con un retro in plastica per migliorarne il grip), dichiarato come più sottile (7 mm) del Nook GlowLight Plus (8.6 mm) e del Kindle Oasis 3 (8.4 mm): frontalmente, è collocato un display e-ink monocromatico (secondo 16 livelli di grigio) da 10.1 pollici redatto secondo l’aspect ratio a 3:4, risoluto a 11404 × 1872 pixel, con una densità di punti per pollice peri a 227 DPI, e 60 Hz di refresh rate (per un cambio pagina più veloce della media del settore).

La lettura nelle ore notturne sarà favorita non solo dalla retroilluminazione frontale ma anche dal fatto di poter regolare la temperatura colore, dai toni più freddi a quelli più caldi: in ottica produttività sarà incluso, sotto un vetro anti-riflesso e anti-graffio, un livello di risonanza elettromagnetica (digitalizzatore) che renderà possibile usare una penna capacitiva proprietaria o penne Wacom EMR già disponibili.

Sempre in ambito multimediale, l’ebook reader “open” PineNote avrà anche una coppia di microfoni e, per sentire gli audiolibri o le pronunce, una coppia di speaker. Un processore molto usato nei media-box, il quadcore Rockchip RK3566, sarà il centro nevralgico del device che, lato memorie, integrerà 4 GB di RAM LPDDR4 e 128 GB di storage eMMC.

Corredato anche di una porta microUSB Type-C come pure della connettività Wi-Fi ac/5 dual band, affiancato anche da una cover magnetica, l’ebook reader PineNote sarà animato da Linux (Manjaro) che permetterà anche di eseguire app come LibreOffice, con un kernel Linux release 4.19 nel caso divengano più diffusi i driver per gli schermi e-ink (o, in alternativa, con un kernel personalizzato), mentre l’interfaccia sarà Plasma Mobile o KDE Plasma e l’esecuzione delle app Android avverrà mediante gli emulatori WayDroid o Anbox

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo ammettere che l'idea di un ebook reader con Linux, strada già intrapresa in passato col Remarkable 2, non sarebbe male e, anzi, permetterebbe di avere un tablet Linux con maggiore autonomia e meno stancante per gli occhi: si potrebbero anche prendere gli appunti e, chissà, un domani usarlo con una cover con tastiera.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!