Iscriviti

Hisense presenta le laser tv 120L5F-A12 e 88L5VG

Portando avanti la proposta per l'home cinema intrapresa nei giorni scorsi con smart tv "tradizionali", Hisense si è ora concentrata sulle laser tv (proiettori a tiro ultracorto) mettendo in campo i modelli 120L5F-A12 e 88L5VG.

Hi-Tech
Pubblicato il 18 giugno 2021, alle ore 21:02

Mi piace
5
0
Hisense presenta le laser tv 120L5F-A12 e 88L5VG

Dopo le novità televisive con tecnologie OLED, QLED e ULED, il marchio cinese Hisense ha attenzionato gli amanti dell’intrattenimento domestico anche con un all’altra serie di prodotti, le laser TV 120L5F-A12 (4.499 euro) e 88L5VG (4.999 euro), dotati di certificazione tivùsat 4K e accreditati di 25mila ore di funzionamento, grazie alle basse temperature d’esercizio. 

Chiamati a sostituire (come nel caso di analoghi prodotti di BenQ) i normali apparecchi televisivi, i proiettori 120L5F-A12 e 88L5VG mettono in campo una versatilità, nell’accesso ai contenuti, tipica delle televisioni: di base, possono fungere da player multimediale per i contenuti di rete via DLNA e, grazie al sistema operativo Smart TV VIDAA 4.0, possono agevolmente gestire gli streaming service di YouTube, Prime Video, Netflix, Rai Play, Chili, etc. Se ancora non bastasse, è possibile trarre contenuti dal sintonizzatore per il digitale terrestre (DVB-T2), il satellitare (DVB-S2), e la tv interattiva (HbbTV 2.0.2,), registrando (PVR) quel che più si preferisce su hard disk esterni o pennette mnemoniche. 

Accompagnati sul retro da un poker di HDMI 2.0b (una delle quali con canale audio di ritorno), oltre che dalla porta per l’Ethernet (comunque disponibile il Wi-Fi ed il Bluetooth), le laser TV 120L5F-A12 e 88L5VG di Hisense proiettano immagini rispettivamente da 120 od 88 pollici a tiro ultracorto, ovvero a 35 mm dalla parete o dal telone. A tal proposito, il costruttore mette a disposizione un proprio articolo con microlenti riflettenti (Ambient Light Rejection) capaci di respingere la luce ambientale proveniente da certe angolazioni (finestra, lampadari, dal proiettore stesso), assicurando migliori contrasti e la non necessità di operare in stanze completamente buie.

La proiezione, effettuata con tecnologia DPL a singolo chip, via upscaling (da un singolo microspecchio si ricavano più pixel), raggiunge la risoluzione UltraHD, con immagini che risultano sempre luminose (rispettivamente da 2.700 e 2.150 ansi lumen) e contrastate (2.000:1 e 1.000:1), ma mai stressanti per la vista (certificazione TÜV Rheinland contro sfarfallio ed emissione di luce blu). Da segnalare la differente soluzione tecnica per l’audio erogato.

La laser TV 120L5F-A12 sostanzialmente emana il suono – da 30W totali, con supporto agli standard Dolby Atmos e Dolby Audio – mediante due speaker (15W cadauno) integrati nel proiettore: il modello 88L5VG, invece, distribuisce l’output sonoro direttamente dal telo realizzato da Hisense, munito di tecnologia Sonic Panel. In ambedue i casi, il controllo avviene mediante l’app multipiattaforma – mobile RemoteNOW, o col più consueto telecomando, capace di supportare i comandi vocali verso Alexa

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Certo i proiettori sono quello che più può assicurare la sensazione d'essere al cinema ma, sino a poco tempo fa, scontavano il fatto di richiedere sale attrezzate ad hoc molto spaziose: ora invece, richiedono più o meno la stessa distanza dal telespettatore di una normale TV. Le tecnologie di resa dell'immagine sono molto migliorate, come visto anche nei modelli di Hisense, per altro piuttosto smart.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!