Iscriviti

Odroid-Go: ecco la prima consolle portatile, per il retrogaming, da montare in stile Ikea

In barba ai continui annunci in tema di videogame per le ultime consolle, anche il panorama del retrogaming gode di ottima salute. Specie dopo l'annuncio dell'Odroid-Go, un GameBoy in kit montabile, programmabile, e compatibile coi giochi di diverse consolle.

Games
Pubblicato il 20 giugno 2018, alle ore 16:49

Mi piace
9
0
Odroid-Go: ecco la prima consolle portatile, per il retrogaming, da montare in stile Ikea

Man mano che si va avanti, le nuove consolle divengono sempre più potenti e versatili (es. l’ibrida Nintendo Switch) e, quindi, non è un caso che sempre più giochi vengano annunciati per queste ultime. Tuttavia, anche il retrogaming sta conoscendo un’età d’oro, come testimoniano i recenti progetti di SNK, Nintendo (NES e SNES Mini), Atari, e SEGA: ben presto, in quest’ambito, figurerà un nuovo competitor, rappresentato dal device Odroid-Go.

Odroid-Go combina il principio del retrogaming, quello della modularità, e del fai da te in uno chassis in plastica trasparente, somigliante a quello dei primi GameBoy, sul quale spicca un display. Quest’ultimo, un pannello TFT LCD da 3.2 pollici con risoluzione da 320 x 240 pixel mostra le immagini dei giochi, depositati sulla memoria removibile via slot microSD, ed elaborati da una combinazione di hardware e software.

Tale mix prevede una scheda madre ODROID GO, da qui il nome del prodotto, munita di un processore ESP32 che, di base, opera a 80 MHz, in modo da garantire – tramite la batteria da 1.200 mAh (ricaricabile via microUSB Type-C) – un’autonomia financo di 10 ore, per poi passare a 240 MHz in caso di giochi impegnativi, gestiti grazie alla compatibilità con diversi emulatori per importanti consolle (non solo) mobili del passato (come SEGA Master System, NES, GameBoy Color, GameBoy, e SEGA Game Gear).

Retrocompatibile con la piattaforma dei nanoPC Arduino, e quindi programmabile ad libitum anche per altri compiti, la consolle da retrogaming mobile Odroid-Go dispone di un’uscita a 10 pin, utile per giocare alle ROM dei titoli scelti anche sul TV da salotto, e si avvale delle connettività wireless sia Wi-Fi n che Bluetooth 4.2.

Curioso il modo in cui è stato distribuito questo gadget videoludico da retrogaming mobile sostanziato nell’Odroid-Go: per accaparrarselo, dopo esser sbarcati sul sito del produttore (hardkernel.com), oltre a metter mano alla modica spesa di 28 euro (32 dollari), bisognerà anche considerare l’idea che, per tale cifra, non si entrerà in possesso di un prodotto fatto e finito, bensì di un kit montabile pezzo per pezzo, a partire dalla scocca.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Odroid Go è un progetto curioso, che tenta di distinguersi per potersi affermare nel sempre più affollato panorama del retrogaming: SNK ci ha provato con un minicabinato e Hardkernel ha puntato a smarcarsi dalla concorrenza con una sorta di GameBoy multipiattaforma programmabile e montabile à la Ikea style. Considerando il prezzo, si può anche considerare di partecipare all'ennesima iniziativa rievocativa dei videoludici anni '80/'90.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!