Iscriviti

Venezuela allo stremo: bambini denutriti, morti e chiusi negli scatoloni

La drammatica testimonianza di suor Patrizia Andrizzi, missionaria italiana in Venezuela: "Una famiglia intera vive con 2 kg di pasta al mese. Non ci sono neanche i soldi per seppellire i morti"

Esteri
Pubblicato il 27 febbraio 2019, alle ore 19:27

Mi piace
1
0
Venezuela allo stremo: bambini denutriti, morti e chiusi negli scatoloni

La situazione in Venezuela è drammatica e il popolo sta vivendo un vero e proprio dramma causato dalla povertà.

La testimonianza arriva da suor Patrizia Andrizzi, missionaria della Congregazione delle sorelle dell’Immacolata che ha parlato di una popolazione allo stremo e di bimbi denutriti che nemmeno crescono più. La nazione, aggiunge, che fino a poco tempo fa era ricco e sviluppato, adesso è diventata una gigantesca favelas, con supermercati vuoti, con flussi migratori verso la Colombia serrati e con gente che muore senza potersi permettere neanche una cassa da morto.

La testimonianza di suor Patrizia Andrizzi

Suor Patrizia Andrizzi ha denunciato la condizione della Nazione e della popolazione in Venezuela: “Hanno interrato persone e bambini dentro gli scatoloni.

La popolazione sta male, non solo per l’incertezza politica, ma anche per il declino economico. Mancano viveri e medicinali. Molte donne, prese dai morsi della fame, si prostituiscono per mettere insieme il pranzo con la cene. La speranza è che arrivino gli aiuti umanitari e che non siano bloccati, come purtroppo è già avvenuto.

“Molte famiglie, alcune anche di 8 persone –spiega suor Patrizia – vivono con 2 kg di pasta al mese”. Sono meno di 70 grammi al giorno per tutta la famiglia. “Noi riusciamo ad aiutare qualcuno grazie al lavoro della Caritas ma anche noi siamo in difficoltà perché non sappiamo dove andare a prendere la roba. È un popolo in miseria. In 40 anni non avevo mai visto una cosa del genere. Ne ho viste tante qui in Venezuela ma mai a questo livello”.

Le sorelle dell’Immacolata fanno quello che possono, ma devono destreggiarsi tra scarsità e razionamenti; ogni giorno sfamano decine di bambini ridotti pelle e ossa. La suora ammonisce l’attuale presidente Maduro che dice che in Venezuela non c’è fame che i bambini non cercano cibo nella spazzatura.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mario Barbato

Mario Barbato - Un Paese ricco di risorse che però giace nella miseria più nera per l'incoscienza dei suoi governanti. Vorrei però che nel mondo ci fossero più Sorelle dell'Immacolata, per aiutare il prossimo come Dio comanda: con atti concreti e azioni reali, e non con promesse mirabolanti di chi è interessato solo a spillare denaro dalle tasche dei propri fedeli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!