Iscriviti

Naya Rivera, l’autopsia svela la causa della morte dell’attrice: ecco cosa è realmente accaduto

Completata l'autopsia sul corpo dell'attrice Naya Rivera. Le cause della morte sono finalmente state chiarite e rese pubbliche attraverso la diramazione di un comunicato ufficiale.

Esteri
Pubblicato il 15 luglio 2020, alle ore 18:29

Mi piace
5
0
Naya Rivera, l’autopsia svela la causa della morte dell’attrice: ecco cosa è realmente accaduto

La famosissima attrice Naya Rivera è nota al pubblico soprattutto per il ruolo di Santana Lopez, che dal 2009 al 2015 ha ricoperto nella serie tv statunitense Glee. Proprio pochissimi giorni fa l’attrice è stata dapprima dichiarata scomparsa e poi è stato recuperato il suo corpo nel lago Piru, in California. La Rivera si trovava lì con suo figlio di 4 anni, Josey, per una gita.

Tutto il mondo si è unito in un’unica preghiera, con la speranza che l’attrice potesse essere trovata sana e salva, ma per Naya non ce stato nulla da fare. La Rivera ha sacrificato la propria vita per salvare quella del figlio, il quale è stato ritrovato da solo nella barca che l’attrice aveva noleggiato per trascorrere un pomeriggio sul lago insieme a lui.

Il piccolo Josey era ancora addormentato e con indosso il giubbotto di salvataggio, quando è stato ritrovato dalle autorità e avrebbe raccontato cosa è realmente accaduto a lui e sua madre. Ce però voluta l’autopsia per accertare le reali cause di decesso della donna e, come riportato da “BitchyF“, si apprende, attraverso il comunicato diramato, che la Rivera è morta per annegamento.

Si è trattato insomma di un incidente, una tragica fatalità e dal documento ufficiale si apprende: “La causa reale della morte è l’annegamento e confermiamo che è stato un incidente. Non si tratta di omicidio, non ci sono lesioni sul corpo, solo segni del tempo che è rimasto sommerso prima del ritrovamento. Dall’autopsia possiamo affermare che non ci sono residui di alcol e droghe e che quindi questi elementi non hanno avuto un ruolo nella morte“.

Insomma, diversamente da come molti hanno ipotizzato e cioè che l’attrice fosse stata assassinata e magari prima drogata, la reale causa del decesso è l’annegamento e dunque tutte le congetture avanzate sono ufficialmente da escludere. Adesso che l’autopsia è stata messa a punto, il corpo di Naya Rivera potrà essere rilasciato e i funerali celebrati, per una giovane donna di 33 anni che per salvare la vita di suo figlio, ha sacrificato per sempre la sua. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - Personalmente, trovo che questa sia una storia brutta e triste, un epilogo tragico che non doveva assolutamente accadere. Naya Rivera ha sacrificato la propria vita per salvare quella del figlio e, come l'autopsia ha certificato, è morta per annegamento, si è trattato di una fatalità, un tragico incidente che ha tolto la vita ad una giovane donna di 33 anni.

Lascia un tuo commento
Commenti
Anna Maria Pisciotta
Anna Maria Pisciotta

15 luglio 2020 - 22:08:46

per Naya non ce stato nulla da fare?????????????? un gravissimo refuso da parte tua e ancor più da parte della redazione che pensa a modificare le stupidaggini

0
Rispondi