Iscriviti

La cattedrale di Notre Dame resterà chiusa al pubblico per 5-6 anni

Il sacerdote-rettore della famosa cattedrale di Parigi ha annunciato che la struttura rimarrà chiusa al pubblico per circa 5-6 anni affinché vengano svolti i lavori di ristrutturazione necessari alla ricostruzione del monumento.

Esteri
Pubblicato il 17 aprile 2019, alle ore 18:16

Mi piace
7
0
La cattedrale di Notre Dame resterà chiusa al pubblico per 5-6 anni

La cattedrale di Notre Dame rimarrà chiusa per i necessari lavori di ristrutturazione post-incendio. Saranno necessari circa 5 o 6 anni. Inoltre, il governo francese dovrà farsi carico di tutte le spese necessarie in quanto la struttura non aveva alcuna copertura assicurativa. Lo Stato francese, difatti, copre le spese di tutti quei monumenti religiosi di cui è proprietario e che, in questo caso, non sono nemmeno assicurati.

Oltre ai soldi statali, i fondi per il restauro sono pervenuti per la maggior parte da donazioni private. Infatti, solo martedì i soldi raccolti ammontano a 700 milioni di euro e, a breve, si raggiungerà il miliardo. Altre forme di solidarietà si sono mosse come, ad esempio, lo scampanio di tutte le campane delle cattedrali francesi, che suoneranno all’unisono mercoledì alle 18.50, ora in cui si è acceso il rogo che ha rovinato Notre Dame.

Un gesto simbolico che vuole dimostrare la compattezza e l’unione della Francia dinanzi a questo disastro. Anche Papa Francesco ha espresso parole di supporto e di vicinanza verso la diocesi di Parigi, i parigini e tutto il popolo francese. Durante l’udienza generale in piazza San Pietro, ha espresso tutto il suo dispiacere per quanto accaduto e la grande ammirazione per tutti coloro i quali si sono prodigati per salvare la cattedrale dalla totale distruzione.

Intanto, il governo francese ha indetto un concorso pubblico internazionale rivolto agli architetti per la ricostruzione della guglia crollata durante l’incendio. Lo ha annunciato il premier francese, Edouard Philippe. Un concorso che vuole ridare alla cattedrale un nuovo lustro in concomitanza con le nuove tecniche architettoniche della nostra epoca.

Un bagno di solidarierà dunque per la cattedrale francese, recentemente mutilata dall’incendio che l’ha danneggiata, ma non distrutta completamente. Nonostante la tragedia, si respira grande speranza tra i parigini ed i francesi in generale. Una nazione che ha non molla mai, nonostante i duri colpi subiti. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Una comunicazione prevedibile quella fatta dal rettore della cattedrale di Notre Dame. Un restauro che sarà lungo e costoso. Non si tratta di una ristrutturazione ordinaria, bensì di una vera e propria ricostruzione per riportare la cattedrale alla propria bellezza eterna ed al suo rinomato splendore. Il tempo sistemerà le cose ed i luoghi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!