Iscriviti

Reddito e pensioni di cittadinanza, Naspi, Rei: ricarica e pagamento nel mese di novembre 2019

Siamo ormai entrati nel pieno del mese di novembre e molti cominciano a domandarsi quando avverrà la ricarica mensile per il reddito e la pensione di cittadinanza, oppure per la Naspi o il Rei. Ecco tutte le informazioni da conoscere al riguardo.

Economia e Finanza
Pubblicato il 5 novembre 2019, alle ore 08:32

Mi piace
2
0
Reddito e pensioni di cittadinanza, Naspi, Rei: ricarica e pagamento nel mese di novembre 2019

Le scadenze di accredito dei sussidi di welfare da parte dell’Inps rientrano tra le informazioni più ricercate dai beneficiari di tali provvedimenti. Cercare di fare il punto della situazione non è sempre semplice, anche perché ogni sussidio presenta delle regole di accesso e di funzionamento proprie. 

Partiamo dalla Naspi, ovvero da quel sussidio di welfare che viene garantito nel momento in cui si perde in modo involontario il proprio lavoro o che viene erogato dopo le dimissioni per giusta causa, od ancora a seguito della maternità. Il pagamento nel mese di novembre sarà effettuato a partire dal giorno 11/11, con l’accredito che dovrebbe arrivare sul conto postale o bancario a partire dal 12 novembre 2019.

Per quanto concerne invece il Reddito di Inclusione (conosciuto anche con l’abbreviazione REI), il pagamento per novembre è stato fissato alla fine del mese e dovrebbe arrivare attorno al giorno 29/11. In tal senso, ricordiamo che il provvedimento di welfare è stato sostituito dallo scorso marzo con il reddito o la pensione di cittadinanza, pertanto solo chi ne ha già fatto richiesta antecedentemente può continuare a riceverne gli accrediti.

Reddito e pensioni di cittadinanza: quando arriva la ricarica a novembre 2019

Concludiamo il nostro intervento specificando la data di pagamento del reddito e delle pensioni di cittadinanza. Al riguardo, bisogna innanzitutto segnalare che lo scorso mese l’Inps ha richiesto di aggiornare tutte le pratiche presentate prima del termine di marzo 2019. Chi non ha provveduto ad inviare la documentazione si vede quindi sospendere il pagamento, in attesa dell’integrazione. I ritardatari possono però provvedere al fine di riattivare il beneficio di welfare, collegandosi alla propria area riservata dell’Inps, oppure avvalendosi dei servizi di un patronato.

Fatta questa opportuna premessa, chi risulta in regola con l’attuale normativa vedrà arrivare il reddito e la pensione di cittadinanza a partire dal 28 novembre 2019. Coloro che hanno fatto domanda entro il 31 ottobre dovranno invece attendere i canonici 30 giorni, al fine di ricevere innanzitutto la card del reddito o della pensione di cittadinanza dal proprio ufficio postale di riferimento.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Tra le numerose scadenze di novembre 2019 per l’accredito da parte dell’Inps dei sussidi di welfare, quella del reddito e della pensione di cittadinanza risulta da osservare a stretto giro. Questo perché molti beneficiari potrebbero vedersi sospendere l’erogazione, in virtù dei mancati aggiornamenti riguardanti la propria pratica. Sul punto si resta quindi in attesa dei dati ufficiali da parte dello stesso istituto pubblico di previdenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!