Iscriviti

Reddito di cittadinanza: requisiti e tutte le novità

Tutti i requisiti per poter richiedere il reddito di cittadinanza. Molti i paletti imposti per evitare che i soldi vadano a chi non ne ha diritto. Presentare documentazione falsa potrebbe costare molto caro.

Economia e Finanza
Pubblicato il 19 gennaio 2019, alle ore 07:07

Mi piace
5
1
Reddito di cittadinanza: requisiti e tutte le novità

Il reddito di cittadinanza spetta a cittadini italiani o stranieri. Per entrambi vale il criterio della residenza in Italia da almeno dieci anni di cui, almeno gli ultimi due, continuativi. Per ricevere il sussidio bisogna partire dal valore del proprio ISEE che deve essere inferiore ai 9360 euro l’anno. 

Questo non è l’unico requisito; sono stati messi, infatti, molti paletti per cercare di evitare che i soldi vadano a chi non ne ha diritto.

I requisiti

Oltre all’ISEE, ci sono anche delle soglie di reddito familiare che non vanno superate, tale tetto è di 6000 Euro per un single, ma se si vive in affitto il limite è innalzato a 9360 euro ed è ancora più alto per nuclei con più componenti.

Esclusa la prima casa di proprietà, nessun componente del nucleo familiare deve possedere altri immobili di valore castale superiore a 30 mila euro. Anche al cosidetto patrimonio mobiliare, cioè conti in banca, libretti di deposito o titoli ci sono dei limiti: non si potranno avere, nel caso di un single, più di 6 mila euro. Il tetto è innalzato sino ad un massimo di 10 mila euro per un nucleo composto da più persone e può essere ulteriormente sfiorato in casi particolari come la presenza in famiglia di disabili.
Non ha diritto al reddito anche chi possiede una barca, ma nemmeno chi ha comprato una macchina nuova nei sei mesi precedenti la richiesta o, nei due anni precedenti nel caso di un’auto o una moto di media cilindrata.

Il reddito di cittadinanza, per chi vive in prima casa di proprietà, single, sarà al massimo di 500 euro al mese, 780 euro con casa in affitto. Per una famiglia con figli, che vive in prima casa di proprietà sarà di 1050 euro, 1330 euro con casa in affitto. La durata del sussidio è di 18 mesi, ma potrà essere rinnovato. La platea attesa è di poco meno di 5 milioni di persone. Pene severe per chi cerca di presentare documentazione falsa per ottenere l’assegno, la violazione può essere punita con il carcere da due a sei anni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Pezzuto

Francesco Pezzuto - Probabilmente è un forte aiuto a chi ne ha davvero bisogno, la cosa importante che non diventi una forma di assistenzialismo come viene inteso da noi italiani. Da quello che lasciano intendere usufruire del reddito di cittadinanza vuol dire incanalarsi in un circuto dove il risultato finale sarà quello di un lavoro ed è quindi impossibile che diventi una forma di "assistenzialismo permanente".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!