Iscriviti

Reddito di cittadinanza 2020, nuovi dati Inps: accolti 1.315 milioni di domande

L’ente pubblico di previdenza diffonde i nuovi dati sul reddito e sulla pensione di cittadinanza: a maggio 2020 oltre 1,3 milioni di pratiche approvate.

Economia e Finanza
Pubblicato il 16 giugno 2020, alle ore 11:08

Mi piace
3
0
Reddito di cittadinanza 2020, nuovi dati Inps: accolti 1.315 milioni di domande

Arrivano nuovi aggiornamenti in merito al numero di domande di accesso al reddito di cittadinanza lavorate e accolte dall’Inps. L’ente pubblico di previdenza ha infatti diffuso le statistiche aggiornate al mese di maggio 2020, spiegando di aver dato accoglimento a oltre 1.315 milioni di richieste. Elevato anche il numero di pratiche respinte per mancanza di requisiti o della documentazione di supporto.

Secondo gli stessi aggiornamenti statistici, i fascicoli che non hanno avuto buon fine sono stati 490.495. Infine, le erogazioni decadute per via della perdita dei requisiti previsti dalla legge sono corrisposte a 144.495. Interessanti sono anche i numeri riguardanti la distribuzione territoriale dei benefici di welfare.

In questo senso, il maggior numero di assegni viene erogato nella Regione Campania (dove risultano attivi 258.685 sussidi). Seguono quindi la Sicilia (con 234.125 sussidi), la Puglia (122.017), il Lazio (118.268) e la Lombardia (110.040). Complessivamente si registrano 314.149 sussidi al Nord, 198.344 assegni al Centro e 803.018 sussidi al Sud e alle Isole.

Reddito e pensioni di cittadinanza: crescita percentuale a doppia cifra negli ultimi mesi

Analizzando il trend dei dati appena riportati, emerge che nei primi mesi dell’anno si è registrata una crescita a doppia cifra nell’erogazione del reddito e delle pensioni di cittadinanza. Un dato che certamente è stato influenzato anche dalla grave crisi scoppiata a seguito della diffusione del Coronavirus. Per fare un esempio pratico rispetto allo scenario appena delineato, basti pensare che dal mese di gennaio a quello di maggio 2020 l’incremento registrato nell’erogazione dei sussidi corrisponde al 18%.

Per quanto concerne invece l’importo mensile assegnato ai richiedenti, rispetto al primo mese dell’anno è stato registrato un aumento del 5% dovuto alle nuove DSU (la cui scadenza di presentazione era fissata al mese di febbraio 2020). Le ultime statistiche in arrivo dall’Inps confermano quindi che il reddito di cittadinanza rappresenta una misura fondamentale nel nostro sistema di welfare al fine di offrire un sostegno alle famiglie che vivono situazioni di disagio economico.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Dalla propria attivazione sperimentale il reddito di cittadinanza ha rappresentato una misura in grado di guadagnare sempre più importanza all’interno del nostro sistema di welfare. Appare quindi scontato che il numero di pratiche di fruizione dovesse registrare un forte incremento a seguito dell’emergenza sanitaria ed economica dovuta alla diffusione di Covid-19.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!