Iscriviti

Pensioni Quota 100 e reddito di cittadinanza: le nuove posizioni della Commissione Europea sulle misure

Il reddito di cittadinanza ha effetti sulla crescita: lo conferma Gentiloni (UE), rimarcando l’avversità della Commissione per le pensioni anticipate tramite Quota 100.

Economia e Finanza
Pubblicato il 14 febbraio 2020, alle ore 10:51

Mi piace
2
0
Pensioni Quota 100 e reddito di cittadinanza: le nuove posizioni della Commissione Europea sulle misure

Dalla Commissione Europea arrivano nuove prese di posizione rispetto alle due misure chiave avviate dal precedente esecutivo e confermate con l’ultima legge di bilancio. Si tratta delle pensioni anticipate tramite Quota 100 e del reddito di cittadinanza. Secondo quanto espresso durante la presentazione delle previsioni economiche d’inverno, il commissario agli Affari Economici e Finanziari, Paolo Gentiloni, ha ricordato innanzitutto che le valutazioni al riguardo in arrivo dall’Europa sono di natura esclusivamente tecnica.

Per quanto concerne il reddito e le pensioni di cittadinanza, Gentiloni ha quindi spiegato che la Commissione presenta una posizione di non contrarietà rispetto alla misura, la quale viene considerata come un fattore di redistribuzione utile anche al fine di sostenere e rilanciare i consumi del Paese. 

Nonostante ciò, dall’UE si sottolinea che tale giudizio non deve essere letto come una conferma politica: pertanto, non vi è una presa di posizione né a favore, e né contro il provvedimento. In questo contesto, si sottolinea infatti che l’impatto resta relativo, visto che la crescita reale dei redditi risulterà moderata. L’operazione viene quindi considerata all’interno del perimetro delle misure di welfare a contrasto della povertà, nonché finalizzate all’inclusione sociale.

La presa di posizione di Gentiloni in merito alle pensioni anticipate tramite la Quota 100

Differente è il discorso riguardante le pensioni anticipate tramite Quota 100. In questo caso, la presa di posizione della Commissione UE appare più netta e certamente non risulta a favore del provvedimento sperimentale (e quindi a scadenza) di flessibilizzazione dell’accesso alla pensione.

Secondo quanto dichiarato dal Commissario Gentiloni, le pensioni anticipate tramite Quota 100 sono sempre state considerate da Bruxelles come una retromarcia rispetto alla riforma più ampia del sistema pensionistico. Tale posizione era stata evidenziata con forza nei confronti del precedente esecutivo, ed in particolare con la Lega (che aveva nel proprio programma politico proprio il lancio della misura).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Stefano Calicchio

Stefano Calicchio - Le pensioni anticipate tramite la Quota 100 ed il reddito di cittadinanza continuano ad essere dei sorvegliati speciali rispetto alle analisi tecniche compiute dalla Commissione Europea. Le ultime dichiarazioni in arrivo appaiono comunque distensive, soprattutto se confrontate con la dialettica molto accesa che si era sviluppata con il precedente esecutivo durante la redazione della legge di bilancio 2019.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!