Iscriviti

Trovata in Italia, tornerà a Parigi l’opera dipinta da Banksy per le vittime del Bataclan

La ragazza triste: il dipinto di Banksy in ricordo della strage del Bataclan rubato in Francia e ritrovato nel teramano, tornerà presto a Parigi. In Francia sono state arrestate nove persone d’origine magrebina che si pensa siano complici del furto.

Cronaca
Pubblicato il 14 luglio 2020, alle ore 23:45

Mi piace
1
0
Trovata in Italia, tornerà a Parigi l’opera dipinta da Banksy per le vittime del Bataclan

Sulla porta anteriore del Bataclan, il celebre teatro divenuto famoso nel 2015 per l’attentato terroristico a Parigi, appariva – dipinta da Banksy, il celebre artista britannico – una ragazza definita triste come omaggio per i parigini nel giugno 2018: la porta venne rubata nel gennaio 2019 e, in seguito, ritrovata nel corso delle indagini in Italia, nel teramano: ora verrà restituita finalmente alla Francia.

Prima di partire per il viaggio d’Oltralpe, la “ragazza triste” verrà esposta a Roma, a Palazzo Farnese, il 14 luglio, giorno in cui in Francia si celebra la presa della Bastiglia, atto culminante della Rivoluzione francese. Il procuratore distrettuale dell’Aquila, Michele Renzo, e il generale Roberto Riccardi, comandante dei carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, consegneranno l’opera all’ambasciatore francese Christian Masset.

Provocò sdegno in tutta la Francia il furto dell’opera d’arte, denunciato soprattutto dall’artista stesso in una nota su Twitter in cui si definiva indignato e visto come uno sfregio verso i cittadini francesi e internazionali dato che l‘opera era di tutti, provocando un forte shock in tutta la nazione.

Sono ancora in corso le indagini che hanno portato all’arresto di nove cittadini di origine magrebina, che si pensa siano implicati nell’appropriazione indebita del quadro, all’arresto, anche in Italia, di un imprenditore nel teramano, e a essere indagato per ricettazione un mediatore, un 60enne di Giulianova (Teramo), luogo in cui è stata ritrovata la porta.

Un’opera, quella della porta dove era raffigurata la ragazza triste, libera ispirazione dell’arte urbana dimostrata dallo street artista britannico Banksy, molto amata dai parigini e dal mondo intero, visto che le persone si avvicinavano ad essa in segno di raccoglimento per lasciare un fiore, una candela come ricordo, ed era lì accessibile a tutti: l’idea di esporla all’Unesco di Parigi aiuterà a superare l’accaduto con la speranza che possa ritornare al più presto al suo posto. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Martina Capit

Martina Capit - Amo molto l'artista Banksy: sono stata anche ad una sua mostra a Roma, che definisco immersiva. Si può cogliere l'essenza in ogni sua opera in cui ci mette il cuore. Sapere che è stata rubata la ragazza triste mi dispiacque molto, soprattutto dopo i fatti accaduti a Parigi. Fu una ferita per i parigini stessi a cui l'autore voleva dedicare l'opera. Sono contenta sia restituita ai legittimi proprietari.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!