Iscriviti

Svelata l’identità dell’enigmatico artista-writer Bansky

Attraverso l'uso di una tecnologia di localizzazione geografica sembra che le indagini svolte dalla Queen Mary University di Londra abbiamo portato a svelare l'identità del misterioso artista-writer Bansky autore di numerosi graffiti a sfondo politico

Arte
Pubblicato il 7 marzo 2016, alle ore 09:10

Mi piace
6
0
Svelata l’identità dell’enigmatico artista-writer Bansky

Sembra che finalmente la misteriosa identità del controverso artisa Bansky, famoso sopratutto per i suoi graffiti a sfondo politico-sociale e la sua ultima grande opera, il parco divertimenti alla rovescia “Dismaland”, si possa dire svelata.

A compiere l’ardua impresa un gruppo di studiosi della Queen Mary University di Londra che utilizzando delle vere e proprie prove degne dei laboratori della scientifica marchio CSI e in particolare una tecnologia di localizzazione geografica hanno ricostruito precisi percorsi che hanno portato alla luce diverse corrispondenze fra i luoghi a Londra e Bristol dove sono “magicamente” spuntate le opere attribuite al famoso writer di origine inglese e una serie di indirizzi (tra cui case, pub, e altri ritrovi pubblici), sempre situati nelle due città e riconducibili ad un preciso nome quello dell’artista Robin Gunningham, originario, appunto, di Bristol. A confermare le ricerche i numerosi racconti di quest’ultimo in cui spesso sono citati i luoghi dell’indagine. 

Anche il Daily Mail  in un articolo del 2008 era giunto alla medesima conclusione, ma ora a confermare l’ipotesi c’è questa specie di mappa con tutti i luoghi più frequentati da Robin Gunningham che messi a confronto con le ambientazioni delle opere di Bansky e le sue “abitudini” confermerebbero l’identificazione di cui i componenti della Queen Mary University sono sempre più certi. 

Steve Le Comber, uno degli ideatori dello studio in questione ha dichiarato: “Sarei sorpreso del contrario la nostra analisi ha dato ulteriore sostegno a quanto già si diceva. Se si cercano su Google Banksy e Gunningham si trovano 43.500 risultati”.

Molti sono gli scettici e tanti coloro che non avrebbero voluto svelare il mistero che si cela dietro la figura di Bansky, essendo appunto questa caratteristica a crea il grande fascino attorno all’artista stesso, ma gli studiosi hanno voluto fugare ogni dubbio affermando che i metodi d’indagine utilizzati sono davvero affidabili e potrebbero essere utilizzati per motivi ben più importanti, tra questi ad esempio la possibilità di creare delle corrispondenze tra luoghi frequentati da possibili terroristi e poter così anticiparne gli attentati. 

Riguardo ad una conferma aulla propria identità l’artista Bansky rimane nel silenzio. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sophi Zanin

Sophi Zanin - Sicuramente molti si sono chiesti quale fosse la reale identità di Bansky, ma per quanto mi riguarda non vedovo necessario dare un volto a questo particolare artista semplicemente per il fatto che egli personifica un'immagine, quella del writer o più profondamente quella della voce di protesta di ribellione politica e sociale che spesso gli artisti di strada hanno rappresentato attraverso i loro lavori non sempre "legali" e "convenzionali". In un mondo in cui l'individualità è diventata il punto centrale della società nemmeno un'artista che vuole semplicemente dare più voce alle proprie opere che a se stesso non viene compreso.

Lascia un tuo commento
Commenti
Vincenzo Micieli
Vincenzo Micieli

07 marzo 2016 - 09:13:33

interessante

0
Rispondi