Iscriviti
Palermo

Dj morta: ritrovati resti ossei e tracce della maglietta. Quasi sicuramente sono del piccolo Gioele

La tragedia di Viviana Parisi e del piccolo Gioele si arricchisce di un nuovo fatto che segna, forse, l'epilogo. Si pensa che il piccolo sia stato ucciso dagli animali della zona. Ora compito del Dna stabilire le cause e provare a fare luce su quanto successo.

Cronaca
Pubblicato il 19 agosto 2020, alle ore 17:13

Mi piace
3
0
Dj morta: ritrovati resti ossei e tracce della maglietta. Quasi sicuramente sono del piccolo Gioele

Il mistero sulla morte della dj e sul piccolo Gioele, che non si trova, sembra quasi giunti a una conclusione e l’epilogo è tra i più dolorosi che possano esserci. In seguito alla segnalazione di un volontario nei pressi dell’autostrada Palermo Messina, sembra che i resti ossei che sono stati trovati appartengano al piccolo Gioele, il bambino scomparso insieme alla madre Viviana Parisi dal 3 agosto scorso. 

In base agli esperti del settore e di coloro che stanno conducendo le indagini, i resti ossei e le tracce della maglietta “sono del piccolo Gioele per il 99%.  Il luogo, che è coperto da rovi e arbusti, in cui sono stati rinvenuti i resti, è a circa 200 metri dall’autostrada, quindi alquanto lontano da dove hanno ritrovato il corpo della mamma, la dj Viviana Parisi. 

Soltanto grazie a un carabiniere in congedo, si è riusciti a capire bene quale fosse il luogo. Sul luogo, sono giunti i vigili del fuoco, il corpo forestale e i poliziotti i quali hanno trovato tracce della maglietta indossata dal piccolo Gioele e di alcuni resti ossei. Oltre alla polizia scientifica, è presente anche Angelo Vittorio Cavallo, il procuratore di Patti. 

I resti ossei ora saranno sottoposti all’esame del Dna, come è la prassi in questi casi, proprio per capire se davvero si tratta del piccolo Gioele. In base a una prima ricostruzione dei fatti, sembra che il piccolo Gioele sia stato sbranato da degli animali della zona e, all’interno di una radura, a circa 700 metri dal traliccio in cui alcuni giorni fa è stato trovato il cadavere della mamma

Nel luogo, non appena sono stati ritrovati questi resti, sono giunti anche i famigliari, ovvero il padre Daniele Mondello, la zia Mariella e il nonno paterno Letterio. Il loro compito sarà capire se si tratta degli abiti del bambino e, quindi, confermare la tragica notizia. Nel frattempo, la zona è stata interdetta sia ai giornalisti, che ai curiosi. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Credo che se davvero i resti ossei e le tracce sulla maglietta appartengono al piccolo Gioele, non ci sia fine peggiore. Una tragedia finita nel peggiore dei modi. Non oso nemmeno immaginare cosa possano provare i famigliari di fronte a tutto ciò. Una famiglia completamente distrutta in un modo che forse nessuno avrebbe mai sperato. In questo momento, c'è solo tanto dolore e sofferenza per tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!