Iscriviti

YouTube: maxi multa per privacy bambini, stop al numero esatto degli iscritti ai canali

Come promesso a Maggio, YouTube sta eliminando la visualizzazione del numero esatto nei contatori per gli iscritti ai Canali con più di 1.000 follower: ecco cosa comporterà la decisione, che fa seguito ad una nuova multa, per Google, in fatto di privacy.

Internet e Social
Pubblicato il 2 settembre 2019, alle ore 12:49

Mi piace
12
0
YouTube: maxi multa per privacy bambini, stop al numero esatto degli iscritti ai canali

Anche YouTube, come molte altre importanti piattaforme, è soggetta ultimamente a significative modifiche, basti pensare all’eliminazione imminente del sistema di messaggistica integrata, ed alla conversione in gratuiti, ma con pubblicità, dei contenuti Originals. Tuttavia, ciò potrebbe essere nulla in confronto, messa da parte l’ennesima multa in ambito privacy, a quello che si prospetta come in imminente arrivo.

Qualche giorno fa, è giunta notizia che YouTube sarebbe stata ammessa, con due voti a favore su tre, a un concordato che, previo pagamento di una multa tra i 150 e i 200 milioni di dollari, chiuderà un annoso contezioso della piattaforma, sollevato da varie associazioni (tra cui la Campaign for a Commercial-Free Childhood e il Center for Digital Democracy), in merito alla violazione, da parte della grande Y, della privacy dei bambini (tutelata dalla Children’s Online Privacy Protection Act, secondo la quale non si possono raccogliere, se non dietro consenso dei genitori, dati di minori inferiori ai 13 anni d’età).

La decisione, presa dalla FTC americana, in attesa di validazione dal Dipartimento di Giustizia degli USA, ha già destato molte critiche, con l’ammontare della multa che è stato giudicato inadeguato, in quanto pari a un paio di mesi di raccolta pubblicitaria. 

Non meno importante della multa appena ricevuta, è la notizia, appena comunicata dal supporto di Google, secondo la quale, tra qualche giorno, facendo seguito a un proposito prospettato già a Maggio, spariranno, in calce ai canali, i contatori, almeno per come sono conosciuti oggi: questi ultimi, nello specifico, non recheranno più l’intera cifra degli iscritti ad un canale, comunque accessibile ai creators in apposite sezioni (es. YouTube Analytics e YouTube Studio), ma computeranno il tutto per arrotondamento, con la K che indicherà le migliaia (1.234=123K) e la M il milione (1.234.000=123M): tale variazione, applicata ai canali con più di 1.000 iscritti, è stata giustificata con l’esigenza di liberare i creators dall’ansia di guadagnare anche un solo follower in più, e dovrebbe permettere loro di concentrarsi solo sulla creazione e la condivisione di ciò che più prediligono.

In passato, una decisione simile era stata presa da Instagram, che ha preso a occultare del tutto il numero di like in calce ai contenuti condivisi dagli iscritti alla sua piattaforma. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In effetti, la multa designata per Google è davvero poca roba, visto che la grande G macina milioni di dollari di pubblicità in un batter d'occhio: paradossalmente questa sanzione potrebbe essere un via libera per quanti, anche nel mondo dei videogame, trattano i dati di chi ha meno di 13 anni. Ottima, invece, la decisione, quanto meno a mio avviso, di non conteggiare più in modo esatto gli iscritti ai canali.

Lascia un tuo commento
Commenti
Alessandra Rinaldi
Alessandra Rinaldi

02 settembre 2019 - 21:59:07

Personalmente sarei propensa ad esibire un documento di riconoscimento superati per esempio i mille iscritti oppure anche all'iscrizione proprio perché comunque è una piattaforma dove si monetizza ma anche una piattaforma dove vengono ripresi bambini Per non ripetermii, però senza il consenso dei genitori.

0
Rispondi
Alessandra Rinaldi
Fabrizio Ferrara

03 settembre 2019 - 00:28:35

Sulla carta d'identità sarei d'accordo anche io, ma non solo per YouTube.

0