Iscriviti

YouTube e Netflix si disputano il trono del video streaming a suon di novità

Le pagine di supporto di Google e Netflix sono particolarmente prodighe di comunicati, negli ultimi giorni, consentendo alle relative platee di prepararsi alle prossime novità, in arrivo su YouTube e Netflix: ecco di cosa si tratta.

Software e App
Pubblicato il 21 agosto 2019, alle ore 23:46

Mi piace
9
0
YouTube e Netflix si disputano il trono del video streaming a suon di novità

Nel mondo del video streaming, tra i grandi nomi figurano senza dubbio YouTube e Netflix, il primo nato come piattaforma per la condivisione dei video tra gli utenti, il secondo affermatosi come innovativo sistema per il noleggio digitale delle opere multimediali: ambedue le realtà, in questo periodo, lavorano sotto traccia a interessanti novità.

La prima novità, relativa all’universo YouTube, riguarda la funzione messaggi, introdotta lato mobile nell’Agosto di due anni fa, e finita anche nella controparte web nel Maggio del 2018, grazie alla quale l’utente poteva caricare un video online, e – un po’ come nei watch party di Facebook – avviarvi attorno una conversazione, con una o più persone. Ebbene, dal 18 Settembre di quest’anno, tale feature darà defalcata dalla grande Y e, di conseguenza, sparirà l’icona del fumetto con la freccia all’interno, posta in alto a destra sul sito di YouTube e, nelle app mobili, l’icona della “posta in arrivo”.

Considerando che la motivazione offerta ufficialmente da Google sulla pagina di supporto della piattaforma fa riferimento ad una questione di priorità, per concentrarsi sui commenti, è verosimile ipotizzare che la ragione di questo pensionamento, comunque sopperitile condividendo manualmente il link di un video in una chat app o in un social, possa risiedere nello scarso uso della funzione menzionata.

Che Play Music sia destinato a scomparire, a favore del duo YouTube Premium/YouTube Music, è cosa nota. Tuttavia un ulteriore step di quest’avvicendamento potrebbe appena esser stato comunicato da Mountain View attraverso una sua pagina di supporto, nella quale si afferma che, ormai, non è più possibile regalare (attraverso la sintassi Generale > Invia regalo) abbonamenti (prima previsti per 1/3/6mesi, al prezzo rispettivamente di 9.99, 29.97 e 59.94 dollari) per tale piattaforma.

La novità ha preso già piede sul sito web del servizio (play.google.com/music/gift), ed anche nell’app mobile per Android, release 8.21: in conseguenza di ciò, gli abbonamenti attualmente in essere saranno trasferiti nel profilo a pagamento di YouTube Premium che, è verosimile, finirà col contemplare esso stesso la possibilità di regalare abbonamenti a terzi. 

YouTube Music (profilo a pagamento) e YouTube Premium, dal canto loro, sono stati appena integrati ufficialmente con l’app di navigazione social Waze (sempre di Google), attraverso l’interfaccia di quest’ultima: per avvalersi di tale opportunità, avendo già installato YouTube Music Premium o YouTube Premium sullo smartphone, basterà configurare una delle due in qualità di “Audio player” nelle impostazioni del navigatore menzionato e, da quel momento, si beneficerà di vari contenuti (es. playlist, mix personalizzati, album) sincronizzati col proprio account youtubbiano.

In attesa che prenda piede la previsione di 9to5google, secondo la quale presto i contenuti di Netflix saranno instradabili e fruibili sui display intelligenti di Echo Show di Amazon e Nest Hub di Google, il colosso multimediale fondato da Reed Hastings starebbe distribuendo, secondo il portale Variety, dopo una fase di test presso alcuni utenti selezionati, un aggiornamento per la companion app destinata a smart tv e consolle (in seguito anche per Android e iOS), formato dal tab “Più recenti” che, nascosto nella barra laterale dell’app, informerà l’utente delle prossime uscite di film, serie tv, documentari, selezionati in base ai suoi interessi, con titoli aggiornati diverse volte al giorno.

Accedendo al nuovo tab, l’utente potrà scorrere l’elenco delle uscite calendarizzate, sbirciare un video trailer delle stesse e, se del caso, impostare un reminder per essere avvertito al momento del loro rilascio. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Netflix sta cercando di ripensare la sua realtà, dopo alcune non esaltanti uscite in Borsa, ed una crescita di utenti un po' frenata da rimodulazioni ritenute eccessive dai propri abbonati: in quest'ottica, è da inserire l'arrivo di una funzione che, si spera, fidelizzi maggiormente gli utenti attuali, ingolosendoli al punto tale da far sì che non abbandonino la piattaforma. Google, invece, sembra proseguire nel suo progetto di tagliare i rami secchi declinando tale proposito, in questo periodo, a favore di alcuni servizi o funzionalità non di grande successo nell'orbita YouTube.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!