Iscriviti

Twitter: i tweet razzisti di Trump non ne violano la policy, preparativi per la funzione nascondi commento

Nel mentre si prepara a introdurre la funzionalità che permetterà all'autore di un post di nascondere alcuni commenti, Twitter ha ribadito che i recenti cinguettii di Trump, di stampo razzista, non violano le sue policy.

Internet e Social
Pubblicato il 18 luglio 2019, alle ore 18:22

Mi piace
8
0
Twitter: i tweet razzisti di Trump non ne violano la policy, preparativi per la funzione nascondi commento

Contrariamente a WhatsApp, che sembra vivere di test e di funzionalità a lentissimo rilascio (iconico è il caso degli stickers, introdotti dopo anni di collaudi), Twitter appare coinvolto in un serratissimo processo di innovazione, che nei giorni scorsi ha conosciuto una tappa fondamentale nella nuova interfaccia web. Sempre la piattaforma del microblog fondato da Jack Dorsey ha da poco “scansato” la polemica che di recente ha investito Donald Trump a proposito di alcune deputate non bianche e, nel contempo, si è preparata ad introdurre una funzionalità già annunciata lo scorso Aprile

Nel corso di un cinguettio pubblicato domenica scorsa, il presidente americano Trump, rispondendo agli attacchi di alcune deputate di origine non americana, sulla sua politica dell’immigrazione e della tolleranza zero, invitò le 4 deputate democratiche, tutte non bianche, a tornare nei loro paesi d’origine. Nonostante tali parole, e la recente politica di Twitter nell’osteggiare i discorsi disumanizzanti ai danni di categorie protette, la piattaforma del canarino azzurro, come confermato alla CNN mediante un suo portavoce, non interverrà, perché le parole del tycoon americano non violerebbero le policy d’uso. La scelta dello staff di Dorsey potrebbe essere dettata dalla scelta di attenzionare e trattare (con un apposito bollino) i post di Trump, seppur senza rimuoverli nei casi in cui venissero giudicati di interesse pubblico. 

Passando alle novità di carattere pratico, nelle scorse ore si è diffusa la voce secondo cui Twitter starebbe per rilasciare una novità funzionale, per ora attiva solo nel mercato canadese, sebbene prefigurata come globale mesi fa, intitolata “Nascondi risposta / Hide reply“.

Con la nuova opzione, attivabile dall’autore di un post ricorrendo all’icona della freccia verso il basso situata a destra, rispetto a quanto possibile fare oggi (bloccare o silenziare l’autore di un commento, che – però – rimane visibile), si potrà intervenire più nel merito, non eliminando il commento (ritenuto parte del flame di un troll, offensivo, inappropriato, o violento), ma nascondendolo, visto che sarà comunque possibile visionarlo con un click (o un tap) sull’icona “Mostra il contenuto”.

Ad oggi, non è dato ancora sapere quando, di preciso, verrà introdotta la novità in oggetto, indicata anche nel caso di commenti off-topic, ma suscettibile di ripercussioni negative (censura, occultamento di giuste precisazioni).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Direi che la decisione di Twitter vada spiegata un po' meglio: per ora, è poco comprensibile, visto anche l'impegno della piattaforma contro certi tipi di esternazioni. L'unica ipotesi, appunto, è che si sia ritenuto il tweet del presidente USA degno d'essere preso in considerazione per il pubblico dibattito. Anche in questo caso, però, non si vede che fine abbia fatto l'annunciata bollinatura che avrebbe dovuto stigmatizzarlo: sulla feature nascondi commento, ci andrei cauto, perché può essere anche mal utilizzata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!