Iscriviti

WhatsApp sperimenta diverse novità visibili e non, mentre Instagram riorganizza il tab Esplora

Periodo di novità per alcune delle principali applicazioni di Facebook che, su WhatsApp, continua a sfornare test su adesivi e gruppi, nel mentre Instagram si arricchisce di una meglio ri-organizzata sezione "Esplora", ora più al riparo dall'esercito dei Meme.

Software e App
Pubblicato il 20 aprile 2018, alle ore 19:06

Mi piace
11
0
WhatsApp sperimenta diverse novità visibili e non, mentre Instagram riorganizza il tab Esplora

Fine settimana di test per Menlo Park che, dopo aver annunciato un corposo piano di lavori per quel che riguarda la privacy in Facebook , si è scatenata nel varo, oltre all’ennesimo spin-off applicativo, di diversi esperimenti in merito a WhatsApp (per lo più inerenti gli adesivi) e Instagram (con un rinnovato layout del tab Esplora). 

WhatsApp, grazie al rilascio di un aggiornamento per la piattaforma Android, è giunta alla beta 2.18.120 e, in questo modo, si è arricchita di diverse novità, alcune visibili, altre presenti ma non attive. Nel primo caso, è possibile annoverare la possibilità di cambiare la lingua predefinita dell’app rispetto a quella di sistema: tale feature, inaugurata in India, si è estesa al vicino Pakistan ed è arrivata nell’Africa nord-occidentale (Marocco, Algeria, Tunisia). 

Sempre visibile, ma disponibile per tutti, è una feature relativa ai gruppi. Nello specifico, ora diventa possibile declassare gli amministratori dei gruppi, senza doverli escludere dalla comune assise, e senza attendersi ritorsioni nei riguardi del fondatore, non declassabile, e destinato a rimanere in carica nel suo ruolo sinché non lascerà il gruppo. 

Ancora occulte, invece, le novità scovate da WABetaInfo e relative agli adesivi. Nello specifico, arriva l’adesivo “Posizione”, che permette di mostrare creativamente il posto in cui ci si trova affiggendo uno sticker, presente in due stili alternativi, alla foto, al video, alla GIF, che si intende condividere. In merito all’ordinamento degli adesivi, poi, giunge in dote la facoltà di combinare due stickers onde ricavarne altri, ampliando le possibilità espressive al netto dello spazio impiegato, e il raggruppamento degli stickers a coppie nel caso se ne inviino diversi insieme in una chat. 

Il blog di informazione tecnologica TechPP, infine, ha scovato – nella versione 42.0.0.8.95 di Instagram presente nella repository di ApkMirror – un restyling della scheda Esplora che, rispetto al Feed, mostra i contenuti di profili che non seguiamo, mettendo in cima gli elementi che si ritiene possano interessarci o che han avuto una certa popolarità. Il nuovo layout organizza foto e video in categorie (sport, persone, fotografia), elencate ove abitualmente sono citate le Storie suggerite, con – al di sotto di ogni etichetta – il novero dei tag più attinenti. Sotto questo punto di vista, TechPP ritiene che Instagram raggruppi i contenuti nelle categorie o in base ai tag conferiti dagli utenti, o – laddove questi ultimi manchino – in base a un sistema di riconoscimento degli oggetti/scene/persone simile a quello in auge presso Google Foto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - WhatsApp, da quello che ho capito, sta montando pezzo per pezzo il sistema di stickers, con l'intenzione di vararlo solo quando sarà completamente messo a punto. Intanto, lasciando trapelare le indiscrezioni suoi suoi stickers, crea l'hype che ne garantirà il successo. Sempre nell'app in verde si avvicina, finalmente, il rilascio stabile delle novità che aiuteranno i fondatori nella gestione dei loro gruppi. Instagram, invece, dichiara guerra ai meme che hanno invaso, con dubbio gusto, il tab Esplora, riorganizzandolo in categorie smart, che permetteranno di scegliere più facilmente ciò che ci interessa scoprire.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!