Iscriviti

WhatsApp: l’India intima il dietro front sulle policy, nuovi teneri stickers via update

Ancora sommersa dalle critiche, nonostante il rinvio delle nuove policy e un'avviata campagna di informazione a riguardo, WhatsApp ha ripreso a rilasciare aggiornamenti, di carattere "espressivo", con un particolar focus sugli adesivi.

Software e App
Pubblicato il 21 gennaio 2021, alle ore 11:31

Mi piace
5
0
WhatsApp: l’India intima il dietro front sulle policy, nuovi teneri stickers via update

Sembra passato un secolo da quando la popolare applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp ha stracciato record su record in occasione della notte di Capodanno: sommersa dalle critiche per le nuove policy, con la situazione che sembra precipitare in India, la piattaforma ora diretta da Will Cathcart non si è fatta  mancare novità in tema di adesivi.

Nelle scorse ore, ha raggiunto un nuovo step evolutivo la querelle destata dalla scelta di Facebook di varare, ora dal 15 Maggio, nuovi termini di uso e privacy per WhatsApp, che obbligano alla condivisione dei dati con il social network (nell’ambito delle interazioni con account business).

Il governo indiano, che già aveva mostrato perplessità alle prime avvisaglie della decisione di Menlo Park, nelle scorse ore, tramite l’ufficio del ministero dell’information technology locale (MEITY), ha scritto al responsabile della messaggistica in verde, Will Cathcart, lamentando un diverso trattamento per i 400 milioni di utenti indiani, di cui sarebbero stati discriminati i diritti, e chiedendo il ritiro locale delle nuove policy, osservando anche che “qualsiasi modifica unilaterale ai Termini di servizio e alla privacy di WhatsApp non sarebbe equa e accettabile“.

Passando alle novità concrete rilasciate a favore dell’utenza, il team di programmatori acquartierato a Menlo Park ha distribuito un nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta che reca, su Android, il codice di release 2.21.2.10: all’interno dell’update in questione, scaricabile da ApkMirror o dal Play Store (se iscritti al gruppo dei tester), è incluso un nuovo pacchetto di adesivi, da 2.4 MB, dedicato ai personaggi giapponesi (animaletti e alimenti antropomorfi che vivono timidamente negli angoli) Sumikkogurashi, creati nel 2012 dal designer Yuri Yokomizo per l’azienda di cancelleria San-X. 

Oltre agli adesivi in questione, comunque installabili anche sulle precedenti versioni, anche stabili, di WhatsApp, la messaggistica in verde reca un parziale restyling dell’interfaccia relativa al pannello di selezione degli adesivi, in cui sono ravvisabili anche nuove icone: non palese, invece, in quanto ancora in sviluppo, secondo WABEtaInfo, è la funzione che permette di scovare lo sticker giusto digitando nell’area del testo una particolare emoji o parola. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sono sempre un po' restio a usare stickers e icone, anche se va detto che, usati con moderazione, sono utili a rendere il discorso più chiaro: inoltre, non posso negare che, da qualche tempo, attingendo alla cultura asiatica, WhatsApp stia introducendo adesivi davvero simpatici e coinvolgenti. Per il resto, la nuova metodologia di ricerca degli adesivi sarà di certo utile, quando - con i tempi biblici della piattaforma - verrà rilasciata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!