Iscriviti

WhatsApp: in sviluppo le "eccezioni" per i messaggi che si autocancellano

Quasi sempre le beta di WhatsApp sono in grado di far parlare di sé, anche quando non introducono nuove funzioni, come emerso di recente, con una beta per iOS risolutiva di alcuni bug, e una per Android che ha permesso di scoprire una futura modifica ai messaggi effimeri.

Software e App
Pubblicato il 10 marzo 2022, alle ore 13:47

Mi piace
1
0
WhatsApp: in sviluppo le "eccezioni" per i messaggi che si autocancellano

Ascolta questo articolo

Introdotta una nuova limitazione all’inoltro dei messaggi, per frenare la disinformazione che ha ripreso a circolare nei suoi meandri a causa del conflitto in Ucraina, la messaggistica istantanea di WhatsApp si è subito rimessa al lavoro per ulteriori migliorie, ancora “in nuce”, ma già portate allo scoperto dai leaker di WABetaInfo, che hanno rendicontato anche dell’avvenuta correzione di alcuni fastidiosi bug che affliggevano i betatester iOS della piattaforma. 

Sul finire dello scorso anno, WhatsApp introdusse la funzione dei messaggi effimeri così come la conosciamo oggi che, lungi dall’essere una vera e propria tutela per la privacy (i messaggi si possono screenshottare o inoltrare), serviva più che altro a far ordine nelle chat visto che, settata la feature in oggetto, si poteva essere certi che, dopo 1 giorno, 7 giorni, 3 mesi, i messaggi scambiati a partire da quel momento (niente retroattività), sarebbero spariti per sé e per il destinatario.

Il problema, però, rimaneva nel caso si volesse conservare qualcuno di quei messaggi scambiati in chat in regime di effimerità. In quel caso, le soluzioni con cui arrangiarsi prevedevano il dover sospendere per un attimo la modalità dei messaggi effimeri, per poi riprenderla in seguito, o nel copiare/inoltrare un dato messaggio da conservare. Conscia di questi contrattempi, secondo i leaker di WABetaInfo che hanno analizzato la release beta 2.22.7.4 per Android, WhatsApp si sarebbe messa a lavoro sulla funzione “Keep disappearing messages” (conserva i messaggi che spariscono).

Quest’ultima, pur in fase embrionale di sviluppo, sarebbe di facile applicazione, con l’utente che non dovrebbe far altro che toccare un dato messaggio e scegliere l’opzione “keep message” dal menu che comparirà: il sistema chiederà se si intenda conservare il messaggio, che non scomparirà al cancellarsi della chat, anche se chiunque potrà decidere in seguito di scartarlo (con conseguente cancellazione dello stesso per tutte le parti coinvolte). 

Al momento, non è noto quando tale funzione si manifesterà, dapprima in una beta di WhatsApp che, però, nel frattempo ha comunque messo qualcosa di concreto in mano ai suoi utenti, con la release beta 22.6.0.72 per iOS (via TestFlight): in questo caso, si tratta di una versione risolutiva di alcuni bug emersi con la versione 22.6.0.70, usando la quale a molti utenti l’app si bloccava quando tentavano di aprire alcune chat, mentre in altri casi l’apertura di una specifica chat, anche di gruppo, portava a visualizzarne in modo strano il nome. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La novità scovata che potrebbe permette di conservare qualcuno dei messaggi di una chat effimera è senza dubbio assai pratica e funzionale: tuttavia va sempre ricordato, onde scongiurare una falsa sensazione di sicurezza, che i messaggi effimeri NON tutelano la privacy, ma servono solo a far ordine nelle chat. Diciamo che, a livello software, se mi si passa il paragone, sono l'equivalente hardware di un robot aspirapolvere con basetta autosvuotante.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.