Iscriviti

Snapchat: ottima trimestrale, dark mode in test, setting page per Lenses

Nel mentre lavora ad una pagina delle impostazioni per le Lenses, ma anche a una futura dark mode, Snapchat ha snocciolato i dati della sua ultima trimestrale, e prospettato alcuni timori in relazione all'anti-tracking di prossima implementazione su iOS.

Software e App
Pubblicato il 8 febbraio 2021, alle ore 18:04

Mi piace
4
0
Snapchat: ottima trimestrale, dark mode in test, setting page per Lenses

Snapchat, la principale rivale di Instagram, fonte d’ispirazione per le sue Storie, ha da poco diffuso i dati dell’ultima trimestrale del 2020, riservando il suo punto di vista sulle misure pro-privacy di iOS 14, e prospettando novità (non ufficiali) anche per le Lenses e (ufficiali) per la dark mode. 

Nel corso dell’ultimo incontro con gli investitori, il CEO di Snapchat, Evan Spiegel, ha snocciolato dati lusinghiera per la sua creatura, che continua a resistere agli assalti della Facebook family, con un 22% di crescita annuale degli utenti, ora pari a 265 milioni, col quarto trimestre del 2020 che ha visto salire a 16 milioni gli utenti attivi giornalieri.

Nel report consegnato agli investitori, Spiegel ha spiegato che gran parte del successo della piattaforma si deve alle Snap Camera, posto che vi è il 150% di probabilità in più che la generazione Z ed i millennial usino le immagini per comunicare. Nel 2020, anche il tempo passato a guardare gli spettacoli originali (es. The Voice della NBC o Good Luck America) è salito del 70% su base annua: buone notizie, poi, arrivano anche dalla realtà aumentata, con oltre 200 milioni di utenti in media che quotidianamente interagiscono con i contenuti AR e più di 250 milioni di snapchatter che, mensilmente, usano le mappe in-app per trovare intorno a sé i luoghi e le persone a cui tengono di più. 

Nel contempo, da Snapchat è arrivata la preoccupazione per un impatto sui suoi profitti quando, nelle versioni di iOS 14 / iPadOS 14 in arrivo in primavera, verrà introdotto l’ATT, Apple Tracking Transparency, in ragione del quale le app dovranno chiedere agli utenti l’autorizzazione e farsi tracciare su altre app o siti web, per poter misurare la validità delle loro campagne pubblicitarie od offrire inserzioni mirate. Ciò nonostante, Snapchat si è detta allineata a Cupertino, nella tutela della privacy degli utenti, tentando di rassicurare l’altra parte dei propri stakeholder, gli investitori pubblicitari, mettendo loro a disposizione più strumenti statistici e maggiori “opportunità di commercializzare di prodotti e servizi direttamente tramite Snapchat“.

Passando alle novità concrete, assecondando tardivamente iOS che l’ha introdotta con la versione 13 del proprio sistema operativo, Snap Inc ha ammesso alla testata Apple Terminal di aver concesso a uno sparuto numero di utenti (senza preferenza per quelli beta) di testare, in alcuni mercati non precisati, appunto su piattaforma iOS, una versione preliminare della modalità scura di Snapchat, chiesta a gran voce dalla propria community. 

Infine, dal leaker Alessandro Paluzzi (@ale193a), giunge la conferma secondo la quale Snapchat sarebbe al lavoro su una pagina delle impostazioni delle Snap Lenses, da cui sarebbe anche possibile resettare le relative impostazioni salvate sul cloud dei server della piattaforma, o localmente, sul device in uso. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Snapchat, nonostante tutto e tutti, continua la sua lenta ripresa, incrementando tutti i principali parametri che interessano i suoi investitori: alcune nubi si addensano all'orizzonte per i ricavi, a causa delle misure di Apple contro il tracking. Basteranno gli accorgimenti pro inserzionisti a cui sta lavorando il chief business officer di Snap, Jeremi Gorman? Nel frattempo (meglio tardi che mai) si avvicina lentamente l'esordio della dark mode anche per il fantasmino più celebre del panorama applicativo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!